Dal CuneeseAttualità

Il 7 gennaio riapre la ferrovia Saluzzo-Savigliano

Lunedì 7 gennaio ritornerà il servizio ferroviario sulla tratta Saluzzo-Savigliano, con 16 collegamenti operativi dal lunedì al venerdi ed oltre 2.000 posti a sedere offerti giornalmente come richiesto dalla Regione Piemonte.

Il simbolico taglio del nastro è avvenuto il 21 dicembre nella stazione ferroviaria di Saluzzo alla presenza di Francesco Balocco, assessore regionale ai Trasporti, Mauro Calderoni, sindaco di Saluzzo, Giulio Ambroggio, sindaco di Savigliano, Marco Della Monica, direttore regionale Trenitalia Piemonte, Filippo Catalano, direttore territoriale Produzione Rete Ferroviaria Italiana, e Clemente Galleano, presidente del Consorzio Granda Bus.

L’impegno dell’Agenzia della Mobilità Piemontese consentirà la migliore integrazione degli orari del nuovo collegamento con la linea ferroviaria SFM7, i regionali veloci da e per Torino, il servizio organizzato da Granda Bus.

Per far conoscere a tutti le potenzialità del nuovo orario, il servizio a gennaio 2019 sarà gratuito grazie alla promozione della Città di Saluzzo in accordo con la Regione Piemonte: sarà sufficiente recarsi al centro servizi BusCompany di Saluzzo (via Circonvallazione 19) per ottenere gratuitamente un abbonamento mensile Granda Bus per la tratta Saluzzo-Savigliano che sarà valido anche sui treni dello stesso percorso. Stesso vantaggio anche per gli abbonati annuali e plurimensili (10 mesi studenti) Granda Bus Saluzzo-Savigliano, che avranno la validità dei propri titoli di viaggio estesa di un mese.

La riattivazione della stazione di Saluzzo è stata effettuata da Rete Ferroviaria Italiana mettendo in sicurezza il fabbricato viaggiatori, ripristinando e prolungando il marciapiede a servizio dei binari 2 e 3, installando un nuovo impianto di illuminazione con tecnologia led e nuova cartellonistica, rinnovando il terzo binario e degli scambi di stazione con un investimento complessivo di 240.000 euro.

Estremamente soddisfatto l’assessore Balocco, in quanto “con la Saluzzo-Savigliano riapre la prima delle 14 linee chiuse dalla precedente Amministrazione dopo un processo lungo e complesso. Si tratta di un servizio integrato ferro-gomma che ne dovrà garantire la sostenibilità economica e sarà una linea sulla quale sperimentare un nuovo sistema tariffario”.

Fatto presente che “dopo tante parole, ora il treno c’è”, Balocco ha sostenuto che “adesso occorre lavorare tutti insieme per favorirne l’utilizzo come alternativa più sicura e veloce per il collegamento tra Savigliano e Saluzzo. La gratuità dell’abbonamento per il mese di gennaio è senz’altro un incentivo per riabituare gli utenti a questo mezzo. Nel prossimo futuro il servizio sarà potenziato”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button