Attualità

I volontari ADMO tornano in piazza ad Alba con il progetto Match it Now

ALBA – Match it Now! è il progetto Nazionale per informare i giovani sulla donazione delle cellule del midollo osseo, molto spesso, l’unica terapia salvavita per alcuni tumori del sangue. Il 21/09 in Piazza Ferrero a Alba, volontari ADMO e medici del settore saranno insieme per spiegare che la donazione non crea danno e può salvare una vita.

Sono molte le persone che ogni anno in Italia necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, e ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

Si valuta che in Italia siano necessari circa 1.000 nuovi donatori effettivi all’anno. Una stima che è destinata a subire un notevole aumento, se si tiene conto che il trapianto delle cellule staminali presenti nel midollo osseo è attualmente al centro di ricerche anche nel campo dei tumori solidi, mentre stanno diventando di routine alcune applicazioni in campo genetico, come nel caso delle thalassemie.
In questo panorama, ADMO svolge un ruolo fondamentale di stimolo e coordinamento: fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione del midollo osseo e invia i potenziali donatori ai centri trasfusionali del Servizio Sanitario, presso i quali vengono sottoposti alla tipizzazione HLA, che avviene con un semplice prelievo di sangue. I dati vengono poi inviati al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo (IBMDR), nel più assoluto rispetto della normativa sulla privacy. Nel 1990, anno di nascita di ADMO, i donatori italiani erano 2.500. Oggi gli iscritti sono più di 370.000, dei quali oltre 333.000 idonei alla donazione (dati IBMDR al dicembre 2011).
ADMO Alba è una Sezione dell’ADMO “Rossano Bella” Regione Piemonte Onlus.

Con un tampone salivare o un prelievo di sangue, sarà possibile registrare la propria adesione al Registro dei Donatori. L’eventuale donazione, avverrà solo in caso di compatibilità genetica con un malato.info: www.admopiemonte.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button