I vinaioli lanciano il loro Barbera

Tre giorni dedicati al vino-principe di questa terra, e più che possibile potenziale aggiunto per la vinicoltura del Roero e dell’Albese: è il Barbera Castellinaldo Doc, che anche quest’anno sta godendo della doverosa “vetrina” orchestrata dall’associazione Vinaioli presieduta dal Roberto Costa.

Il gruppo nel 2016 ha promosso e approvato un regolamento apposito a supporto della produzione rigorosa di questo marchio collettivo. Al termine di un mese in cui il vino è stato proposto come elemento conviviale nei ristoranti del suo paese d’origine, ma anche nei centri limitrofi vocati a questa produzione (Canale, Priocca, Magliano Alfieri e Guarene: segno di una dedizione sempre più corale e oltre le logiche “di campanile”), ora è tutto pronto a un fine settimana non solo celebrativo. Si partirà venerdì 30 novembre alle ore 17.30 nella sala consiliare del municipio: ove il Castellinaldo Barbera incontrerà non solo idealmente le autorità e i sindaci del territorio in un momento di confronto e sicura crescita sullo stato attuale e sulle positive prospettive future. Poi, tutti al vicino locale “Il Borgo” per proporre il vino come espressione concreta all’atto dell’aperitivo.

Sabato 1° dicembre, alle 20, il Barbera sarà quindi abbinato ai piatti della tradizione locale in una cena-evento al ristorante “Mongalletto”; replicando domenica 2 dicembre alla stessa ora alla Trattoria degli Amici, in cui l’interessante enologia castellinaldese verrà messa in contatto con i piatti del mare.

P. D.