Dal CuneeseCRONACA

I Vigili del fuoco di Cuneo impegnati nella quinta settimana di esercitazioni

Quinta settimana di esercitazione nazionale che ha visto protagonista il comando di Cuneo dal 23 al 27 cm. in contemporanea con gli altri comandi della regione per testare la capacità di risposta nazionale in caso di calamità con la mobilitazione delle colonne mobili.
L’esercitazione ha visto impegnati fino 30 vigili del fuoco su 4 diversi scenari su tutto il territorio provinciale tra cui molti specialisti del Corpo: il SAF (Speleo Alpino Fluviali), TAS (Topografia Applicata al Soccorso)
Attivate anche le sale crisi provinciali e quella della Direzione interregionale di Torino.
Testati per tutti gli scenari l’attuazione dell’Incident Command System, la prontezza di attivazione delle risorse, la verifica del flusso di comunicazione interno ed esterno, l’utilizzo dei specifici dispositivi di protezione individuali e le verifiche dei sistemi hardware e software in dotazione.
Tra gli scenari: il campo base MSL di Boves, presso l’area mercato ortofrutticolo, dove i Vigili del fuoco sono stati impegnati nella realizzazione di un campo di emergenza costituito da moduli e tende.
A Boves presso l’ex caserma Alpini , i vigili del fuoco hanno operato in uno scenario per testare
nuovi sistemi di spegnimento e l’utilizzo di nuove attrezzature, tecniche innovative da utilizzare negli interventi per incidenti stradali, oltre ad un’attività di retraining di TPSS (Tecniche Primo Soccorso Sanitario). Le squadre SAF (Speleo Alpino Fluviali) hanno effettuato manovre di calata e recupero di infortunati in quota a Rovcabruna. Oggi ultima giornata dove si smonterà il campo base e proseguiranno gli altri scenari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button