More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    I prestigiosi vini di Langhe e Roero protagonisti al Giro d’Italia

    spot_img

    BRA – Il patrimonio vitivinicolo della Granda, fra le eccellenze del Made in Italy più note nel mondo, è sempre più green grazie all’impegno delle sue 6.500 piccole e medie imprese vitivinicole che nell’ultimo decennio hanno maturato una particolare attenzione al rispetto del suolo, alla tutela dell’ambiente e alla cura estetica dei vigneti. È quanto afferma Coldiretti Cuneo in occasione della 12esima tappa del Giro d’Italia Bra-Rivoli, che ha visto protagonisti nel cuore di Bra i pregiati vini di Langhe e Roero marchiati The Green Experience.

     

    Sulla terrazza di Palazzo Garrone che affaccia su piazza Caduti per la Libertà, da dove i corridori hanno preso il via, giornalisti e operatori italiani e stranieri hanno degustato i vini del territorio prodotti nel rigoroso rispetto del disciplinare The Green Experience, in accompagnamento alle eccellenze gastronomiche locali.

    Significativa la collaborazione con il progetto “8pari”, che realizza l’inserimento lavorativo di persone fragili coinvolte a 360 gradi nella produzione di vino con le aziende di Langhe e Roero, tra cui quelle aderenti al network The Green Experience: oggi sono stati proprio alcuni ragazzi di 8pari ad occuparsi del servizio coadiuvati da un sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS) Piemonte messo a disposizione dalla Coldiretti.

    The Green Experience – ricorda Coldiretti Cuneo –è la certificazione collettiva che coinvolge oltre 100 produttori di Alba, Langhe e Roero, 1.000 ettari di superficie vitata in 28 Comuni e 15 denominazioni tra DOCG e DOC. Prevede il rispetto di pratiche agronomiche e metodi di lotta integrati e sostenibili per prendersi cura del paesaggio collinare, conservare le risorse naturali del suolo e la biodiversità in vigneto, come – precisa la Coldiretti – l’inerbimento dei vigneti, le semine di essenze floreali per attrarre gli insetti impollinatori, l’installazione di insect house per lo svernamento degli insetti utili o di nidi per gli uccelli, e molto altro ancora.

    “Il Giro d’Italia è stato una vetrina esclusiva perThe Green Experience, per portare alla ribalta nazionale e internazionale una progettualità consolidata e calibrata sul territorio e sui suoi vini, che realizza ogni giorno una viticoltura sempre più buona da bere e bella da vedere e offre un’ulteriore e preziosa distintività alle nostre produzioni d’eccellenza” afferma il Presidente di Coldiretti Cuneo, Enrico Nada.

    “La partenza del Giro a Bra e il passaggio della carovana rosa sulle colline di Alba, Langhe e Roero – commenta il Direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu – rappresenta non solo un grande evento sportivo ma anche un’occasione importante di promozione e visibilità del nostro territorio, fra borghi e paesaggi unici al mondo, con la grande attenzione che la stampa nazionale e internazionale riservano all’evento”.

    Dopo aver lasciato Bra, la carovana rosa attraversa Cherasco e le colline di Langa, La Morra, Barolo, Monforte d’Alba, Roddino e Pedaggera, per poi scendere ad Alba passando per Montelupo Albese e Diano d’Alba, proseguire a Piobesi d’Alba, Baldissero d’Alba e Ceresole d’Alba (e da qui fare ingresso nella Provincia di Torino). Centinaia le bandiere gialle della Coldiretti che in queste ore stanno rendendo omaggio al passaggio del Giro sulle nostre colline.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio