ALBAAttualità

I consigli di Egea per M’Illumino di meno: buona energia e conferma del percorso di educazione ambientale per le scuole di Alba

ALBA – Anche quest’anno Egea ha aderito a “M’illumino di meno”, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata 15 anni fa da Caterpillar e Radio2 come occasione di approfondimento e condivisione, ma anche di promozione di comportamenti e buone pratiche per limitare l’impatto sull’ambiente.

In collaborazione con il Comune di Savigliano, Egea attraverso la propria partecipata “Ardea energia” ha posticipato l’accensione dei fari di piazza Santa Rosa e dei lampioni di Piazza del Popolo alle 20 di venerdì 6 marzo; è inoltre stata ridotta del 30 per cento l’illuminazione delle principali aree verdi cittadine. A Fossano, sempre in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, sono state simbolicamente spente le luci che illuminano il Castello degli Acaja, e il Bastione dalle ore 18,45 alle ore 19,45.

Ad Alba nella sede centrale del Gruppo, in corso Nino Bixio è stata spenta l’illuminazione per l’intera notte, mentre, in collaborazione con l’Amministrazione comunale alle 18,30, si è provveduto allo spegnimento simbolico delle luci delle torri di Piazza Risorgimento. Dalle ore 16 alle ore 18 di venerdì 6 marzo, sotto i portici di Piazza Risorgimento Egea ha collaborato con l’Assessorato all’Ambiente nell’allestimento di un infopoint ambientale dedicato alla sostenibilità in cui, accanto a gadget “green” e a lampadine a basso consumo, sono stati distribuiti ai cittadini utili consigli su come risparmiare energia.

Tema specifico di quest’edizione di “M’illumino di meno” è stato l’invito ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi, piantando alberi, ravvivando giardini, curando i nostri balconi. Un’attenzione che Egea continua a mettere al centro del progetto di educazione ambientale che coinvolgerà i bambini delle scuole elementari della città. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, sarà riproposta, quest’anno, in chiave rivista e rimodulata considerata la prolungata chiusura delle scuole di questi giorni, ma continuerà a fare dei circa mille giovani studenti coinvolti i protagonisti di un territorio più accogliente, più pulito, più verde.

Nello specifico il percorso di educazione ambientale proporrà iniziative di sensibilizzazione non solo sul risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili, ma anche sull’importanza dell’incremento e del rispetto del verde per salvare il pianeta. A dare il via sarà, appena possibile, la piantumazione di due alberi nel giardino di una scuola elementare albese o comunque in una zona verde frequentata dai bambini. Si tratta di un carpino e una betulla, gli alberi del “Bosco dei desideri” allestito in Piazza Michele Ferrero dal Gruppo Egea durante le natalizie “Notti della Natività” 2019 e donati al Comune dalla multiutility nel gennaio scorso.  Numerose altre attività coinvolgeranno i bambini nella salvaguardia e nel potenziamento del verde pubblico, fino ad arrivare alla grande festa finale che si terrà, presumibilmente, il 28 maggio 2020.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button