“Hell’O Dante”: questa sera nella chiesa di San Michele a Montà

La bolgia dei ladri coloro che furono svelti di mano nel corso della vita, sarà lo scenario della nuova tappa di “Hell’O Dante”: la fortunata serie d’appuntamenti tra spettacolo, musica e teatro con Saulo Lucci proposti dall’Ecomuseo delle Rocche di Montà con l’appoggio del Comune. Ogginotiznoti(martedì 10 aprile), il percorso del Sommo Poeta giungerà infatti in questo cupo antro: in cui i dannati vengono ritratti con le mani legati da serpenti, come per fermare ciò che più fu svelto nella loro esistenza terrena, in una nuova versione del contrappasso che tante raffigurazioni ha in questa cantica. Un girone plumbeo, come tutti: ma anche un occasione per Dante per nuove invettive, stavolta contro la città di Pistoia che gli fu ingrata, e che risultò terrà anche di Vanni Fucci. A lui viene assegnata l’interpretazione blasfema contro Dio, legata al proverbiale gesto delle “fiche”: con i pollici per un momento liberi dai serpenti, messi tra indice e medio di ogni mano e rivolti contro l’Altissimo in segno di sfida. Insomma, ci sarà molto da vedere e da ascoltare nella chiesa di S. Michele, a partire dalle ore 21.