More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Ha posato lo zaino Giovanni Alutto, 107 anni, il più longevo reduce di Russia

    spot_imgspot_img

    Si è spento questa notte Giovanni Alutto, classe 1916, il più longevo reduce della disastrosa spedizione italiana in Russia decisa da Mussolini durante la Seconda guerra mondiale. Il prossimo 17 novembre avrebbe compiuto 108 anni.

    Una vita intensa, piena di ricordi e storie che raccontano un’epoca, un modo di vivere fiero e appassionato. Giovanni Alutto, era nato 108 anni fa a Ovello, una frazione di Barbaresco.
    Il decano degli alpini piemontesi, che attualmente viveva a Carmagnola, era uno degli ultimi reduci di Russia. A 21 anni fu arruolato come sergente maggiore nel II Reggimento della Cuneense, battaglione Borgo San Dalmazzo. Al ritorno dalla campagna di Russia, Alutto si sposó e divenne padre di due figli, Maria Olimpia e Gianfranco.
    Sfiló per l’ultima volta con i suoi Alpini alla Adunata nazionale di Rimini nel 2022.
    La Sezione A.N.A. di Torino con il presidente Guido Vercellino, il C.D.S. e tutti gli Alpini de La VEJA, porgono le più sentite condoglianze alla famiglia.
    Funerali Venerdì 21 giugno ore 15,00 a Carmagnola presso la Chiesa “La Colleggiata”

    Nato a Barbaresco nel Cuneese, nel cuore delle Langhe, dopo la guerra si era stabilito a Carmagnola, in provincia di Torino, dove ha lavorato e dove è rimasto fino all’ultimo, vicino ai due figli.

    Immancabile il suo prezioso contributo alle Adunate nazionali; A 107 anni portati splendidamente, che le generazioni future possano prendere esempio coloro che si stancano e sentono vecchi, alla metà dei suoi anni.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio