LANGA DEL BAROLOGrinzane CavourLANGHEDal Comune

Grinzane Cavour: Nel 2022 verrà realizzato il primo lotto dello scolmatore

L’ultimo consiglio comunale di Grinzane Cavour ha contemplato fra le altre delibere, anche quelle per l’approvazione del Bilancio di previsione del 2022 e del triennio prossimo. Per quanto riguarda le imposte non è cambiato nulla rispetto al 2021. L’Addizionale comunale dell’Irpef è confermata a 0,5%. Per quanto riguarda L’Imu, l’imposta sugli immobili le aliquote confermate sono: terreni agricoli è a zero, per gli altri terreni al 10,6 per mille, abitazioni principali al 4 per mille, i fabbricati rurali strumentali all’1, le aree fabbricabili al 7,6, i fabbricati produttivi all’8,5, gli immobili costruiti e destinati alla vendita sono esenti, e la seconda casa al 10. Su questo punto i consiglieri di minoranza si sono astenuti. Per quanto riguarda la Tari, l’assemblea ha approvato il piano finanziario senza variazioni rispetto al 2021, in attesa di ricevere la documentazione dal Coabser, dunque al momento le tariffe sono identiche e si vedrà più avanti se sarà necessaria una modifica. Alla luce di questo il bilancio non ha presentato particolari scossoni. Va considerato che per il Comune a causa dell’aumento di prezzi delle materie prime e dell’energia si prevede un incremento generale delle spese del 10-12%. Per quanto riguarda gli investimenti mel 2022 partirà il cantiere dello scolmatore, per cui il Comune ha ottenuto un contributo statale da un milione di euro. Verrà realizzato nella zona di Valle Parea, per limitare o annullare i danni causati da eventi alluvionali in caso di bombe d’acqua o precipitazioni particolarmente intense. Quest’anno si prevede la realizzazione del primo lotto, il sindaco Gianfranco Garau ha detto che per il secondo si lavora per farlo partire nei prossimi anni, così come per il prossimo biennio si prevede la ristrutturazione di via Asilo. Il consigliere di minoranza Moreno Cavalli ha chiesto se ci fosse solo lo scolmatore fra le opere del 2022; il sindaco ha risposto che si possono inserire solo le opere da oltre 100.000 euro già finanziate. Cavalli ha comunque osservato una certa staticità d’azione da parte della Giunta. Il Consiglio ha approvato con l’astensione dei consiglieri di minoranza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button