Dal CuneeseCRONACA

Grave lutto nel mondo della Robiola di Roccaverano DOP

Il comunicato stampa che non vorresti mai scrivere, la notizia che non vorresti mai comunicare. Venerdì sera, 19 febbraio 2021, in un incidente d’auto presso il comune di Bistagno (AL) è mancato Maurizio Bogliolo. Maurizio faceva parte del Consorzio di Tutela della Robiola di Roccaverano DOP, si occupava della promozione e lo faceva con amore, passione e grande serietà. Ma Maurizio era anche un artista, un musicista, e il suo animo nobile e sensibile lo si respirava in ogni suo gesto. La gentilezza che metteva in scena con chiunque gli chiedesse notizie sul formaggio era incomparabile. Lo ricordo bene durante le manifestazioni promozionali, a Torino, Verona, Asti, Bra, Aosta e nei piccoli mercati dei paesi di produzione della Robiola: la terra che tanto amava.

Maurizio era conosciuto sul territorio, aveva dato vita al Progetto Rob-In riunendo diverse tipologie di prodotti tipici locali e i loro produttori con un unico fine: promuovere terra e sapori all’unisono. Lo aveva concepito e sviluppato con cura e attenzione perché è così che lavorava, seguendo ogni momento operativo come si seguono le note scritte sul pentagramma durante uno spettacolo.

Si, amava questa terra di Piemonte al confine con la sua Liguria, al punto che aveva da qualche anno trasformato la sua bella casa d’epoca in un B&B. Lo aveva chiamato M’aMi, un termine semplice dai profondi significati. Maurizio aveva solo 40 anni, gli piaceva la compagnia delle persone semplici, il buon vino e la tavola genuina; e poi l’arte, la musica certo ma anche tutto ciò che esprimeva sentimento. Sapeva riconoscere ed apprezzare l’operato altrui.

Non ci sono parole per esprimere il dolore dei famigliari e di chi gli voleva bene, non ci sono termini per descrivere quanto stiamo vivendo: mille domande senza un perché. Gli uomini e le donne della Robiola, di quello che era diventato il suo mondo, si stringono in lacrime alla Famiglia del “nostro” Maurizio.

Maury, amico caro, ora il pettirosso “Robin” sei tu, vola e suona la tua musica agli angeli, guarda dall’alto le colline e le torri che tanto amavi; ci rivedremo un giorno e torneremo a parlare dei nostri progetti e, se puoi, dall’alto aiutaci ad essere uomini migliori…

Maurizio, questo non è un addio ma un arrivederci. Grazie di tutto da noi tutti.

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button