“Grappoli di Bellezza” alla scuola Einaudi di Dogliani

154

Il prossimo giovedì 13 dicembre a Dogliani, nella sala polifunzionale (l’ex bocciofila in via Chabat, dalle ore 15.30 alle 16.30, l’Istituto comprensivo “Luigi Einaudi” presenterà il progetto “Grappoli di bellezza”. Si tratta di un’attività atta a creare negli alunni, a livello didattico, competenze interdisciplinari di tipo verticale (stimolare il saper vivere e il senso di cittadinanza, utilizzo di nuove tecnologie, imparare a lavorare in rete e in situazioni di peer tutoring e cooperative learning, creare, sulla base di conoscenze e competenze pregresse, prodotti unici e originali), basandosi sulla valorizzazione di quanto di bello caratterizzi il territorio. Pertanto, l’iniziativa, realizzata con il sostegno della Fondazione Crc nell’ambito del Bando Educazione alla Bellezza, vuole coincidere col bicentenario dell’architetto doglianese Giovanni Battista Schellino, maestro del neogotico, ultimamente rivalutato da diversi studi a livello accademico internazionale.

Nel corso del progetto, di durata biennale, gli alunni delle classi terze e quarte della Primaria e delle Medie si renderanno protagonisti di prodotti in grado di essere tangibili contributi per lo sviluppo culturale e turistico territoriale: verranno, infatti, ideati un’app per localizzare i luoghi di interesse legati a Schellino, delle guide audio e cartacee in inglese e francese, nonché un video-documentario in merito al geniale architetto, e molto altro ancora.

Tali nuove risorse andranno a arricchire il comune di Dogliani, offrendo spunti e servizi laddove necessario: ognuno dei prodotti finali, infatti, sarà reperibile su tutti i siti on line delle Istituzioni locali e, in casi specifici, a portata di download, per un uso immediato.

Il progetto, fortemente voluto dalla dirigenza scolastica e dal corpo docente dell’intero Istituto, sarà sostenuto anche grazie al prezioso contributo di numerosi esperti: il prof. Giuseppe Martino, la prof.ssa Teresita Terreno (entrambi ex docenti dell’Einaudi), il prof. Alberto Galvagno (dirigente degli Istituti comprensivi di Cherasco e Bene Vagienna), l’architetto Claudia Clerico, il proprietario della storica fornace Arrigo Gaiero e il docente dell’Accademia di Belle Arti di Cuneo Livio Taricco.