Dal CuneeseAttualità

Grande successo per il treno storico sulla linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia

CUNEO – Ad attendere l’arrivo del treno storico che sabato 14 maggio da Ventimiglia è risalito lungo la valle Roya per giungere alla stazione di Cuneo c’era anche il presidente della Provincia Federico Borgna, insieme a sindaci italiani e francesi e tante autorità. L’iniziativa, voluta per festeggiare la recente riapertura della tratta ferroviaria Nizza-Ventimiglia-Cuneo, era inserita nell’ambito del progetto “Alpimed Mobil” finanziato dal programma Interreg Alcotra. Il treno ha fatto tappe a Breil, Tenda e Limone per poi ripartire nel tardo pomeriggio con lo stesso itinerario fino a Ventimiglia.

Le carrozze anni Trenta erano quelle del famoso treno “Centoporte” denominato per l’occasione “Il treno di Biancheri” in memoria del ventimigliese Giuseppe che si impegnò per la realizzazione della ferrovia. A trainarle la stessa locomotiva che il 6 ottobre 1979 fu utilizzata per il convoglio inaugurale dell’intera tratta, ripristinata dopo gli ingenti danni della seconda guerra mondiale.

“E’ stata un’iniziativa significativa – ha ricordato il presidente Borgna – perché questa linea ferroviaria rappresenta una modalità di comunicazione transfrontaliera importante per le comunità locali piemontesi, liguri e nizzarde e per lo sviluppo dei nostri territori. Collega tre regioni e due Stati che hanno una storia comune importante anche dal punto di vista turistico e commerciale che va sostenuta e potenziata”.

Il “Centoporte” è un treno speciale costruito più di un secolo fa. E’ stato uno dei simboli della locomozione ferroviaria italiana, ispirato alle diligenze dei primi del Novecento e caratterizzato da interni interamente in legno che contribuiscono a creare quel senso di eterno che si respira appena si sale a bordo. Oggi di treni con queste caratteristiche rimangono solo pochi esemplari in Italia e sono considerati dei veri e propri gioielli nella storia del trasporto passeggeri, venendo concessi al pubblico solo per occasioni speciali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com