GovoneROERO ESTROERODal Comune

Govone, dal Consiglio comunale approvate le agevolazione relative alla Tari rinviata al 30 settembre

GOVONE – Si è tenuta martedì 29 giugno la seduta di Consiglio comunale del quale  riportiamo qui di seguito il sunto dei principali punti trattati, durante il quale si sono approvati all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno.

Nello specifico, di particolare rilievo, la ratifica della deliberazione della Giunta Comunale relativa a “Variazione d’urgenza n°3 al Bilancio per l’esercizio finanziario 2021/2023” motivata anche a favore del progetto “Cantine Reali”, che riguarderà gli interventi nei sotterranei del Castello con uno spostamento dell’investimento dal 2023 al 2021 a seguito della conferma da parte della Regione del contributo europeo POR FESR.
L’intervento di restauro dei sotterranei del castello sarà realizzato per un costo complessivo di 1.400.000,00 euro circa, grazie al contributo delle fondazioni CRC, CRT e San Paolo non andando ad intaccare gli investimenti per le opere sul territorio Comunale.
In questo modo creerà una ricaduta economica a costo zero su Govone.

Si sono poi approvate le agevolazioni relative alla TARI che spetteranno in parte alle famiglie che hanno già usufruito di benefici “COVID” e in parte a tutte le attività commerciali che hanno dovuto chiudere durante l’emergenza “COVID”.
Per agevolare il conteggio e la predisposizione delle cartelle TARI, la scadenza per il pagamento della prima rata di questa tassa è stata traslata dal 30 luglio al 30 settembre

Altro punto all’ordine del giorno, di decisa importanza, riguarda il conferimento della Cittadinanza Onoraria al “Milite Ignoto” in occasione del centenario (1921-2021) e riconoscendo così la “paternità” di quel soldato “figlio di nessuno” come ”figlio di tutti”, figlio d’Italia caduto da combattente e a ricordo di tutti i soldati caduti per la Patria.

A termine del consiglio il Sindaco ha letto la lettera di chiarimento inviata dal Presidente della Casa di Riposo di Govone all’Amministrazione  nella quale viene spiegata la situazione attuale e le procedure che già sono state messe in atto, per ottemperare alle prescrizioni impartite.

Sorprende la richiesta della minoranza di creare una commissione per rilanciare la residenza per anziani in quanto loro stessi hanno contribuito alla diffusione della notizia della sospensione dell’autorizzazione, creando così non poco nervosismo nei govonesi.

Come ribadito in Consiglio, l’Amministrazione è impegnata a sostenere la residenza per anziani al fine di ottemperare alle richieste ASL per revocare la sospensione.
Solo allora si potrà pensare al rilancio, consapevoli del fatto che tutte le RSA sono nella stessa situazione, con pochi ospiti attualmente presenti e con nuovi ingressi comprensibilmente diminuiti in modo generalizzato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button