Dal CuneeseAttualità

Gli imprenditori di domani passano da “Startupper” l’evento di Confindustria Cuneo

CUNEO – “Startupper”, obiettivo raggiunto: un pubblico interessato e partecipe ha seguito l’evento che si è svolto in Sala Michele Ferrero nell’ambito delle iniziative dedicate all’Open innovation, portate avanti insieme alla Fondazione CRC – con la progettualità GrandUp Tech – con il sostegno della Camera di Commercio di Cuneo.

“Per le sette realtà che si sono presentate – commenta Mauro Danna, responsabile Innovazione di Confindustria Cuneo che ha coordinato e condotto l’evento -, l’occasione di farsi conoscere e di intercettare l’interesse di quanti hanno seguito i lavori e per le imprese “mature”  l’opportunità di entrare in contatto con soluzioni e competenze che potranno essere adottate per il loro business”.

Open Innovation, creatività, ambizione e, soprattutto, contaminazione. I punti che accomunano i diversi progetti portati all’attenzione di quattro Business Angel d’eccezione: Nicola Cosciani – Executive Vice President Global Operations Wespot Fuel System, Leo Italiano – Senior Consultant I3P, Giuseppe Pacotto, Founder & CEO Tesisquare e Presidente Fondazione DIG421, Bartolomeo Salomone, Presidente Ferrero Spa dagli imprenditori del domani.

 

Serena Desandrè, Project Manager ESGnext ha presentato la start-up innovativa del Gruppo RW. Fondata il 29 luglio 2021, supporta le imprese nell’attività di realizzazione del Bilancio di Sostenibilità, con servizi di formazione, consulenza e comunicazione. Ha creato il software «Elyze» per la gestione e il reporting dei dati di sostenibilità, che offre Soluzioni orizzontali e perosnalizzate: per tutte le realtà, dalle piccole aziende a quelle grandi.

 

Per Wyblo, settore Education Technology e Future of Work – ICT, fondata nel mese di settembre del 2021, è intervenuta Ariadna Dahnovici, socio fondatore (con Kevin Giorgis in collegamento da Singapore). Wyblo nasce per gli enti di formazione e i liberi professionisti,  semplifica la gestione dei corsi e migliora la qualità grazie alla digitalizzazione e il feedback continuo.

 

Christian Camarda, CEO & Founder ha presentato Midori una PMI innovativa fondata nel 2011 con competenze in ICT, machine learning e data analytics, specializzata in soluzioni tecnologiche all’avanguardia, volte a promuovere un utilizzo consapevole dell’energia attraverso la conoscenza dei consumi.

La consulenza strategico-gestionale e la pianificazione aziendale è al centro dell’attività di Creaconsul che ha vinto il concorso Giovani per i Giovani, come progetto  più interessante delle start up cuneeesi. Francesco Cera, socio fondatore, ha presentato l’organizzazione fondata a gennaio 2020, che propone un servizio di consulenza integrata per guidare le aziende in un percorso di crescita sostenibile, pensato per la nuova generazione di imprenditori.

Settore assicurativo, Insurtech e Fintech  per Nano I-Tech fondata nel 2021. Sebastiano Andreis, socio fondatore, ha raccontato come la startup acceleri ed espanda grazie alle sue soluzioni tecnologiche la fruibilità del servizio.

Digital Food marketing è il campo in cui opera Sofood, fondata il 3 marzo 2021, con la mission di “condividere e custodire la cultura alimentare” Marco Agostino, socio fondatore, ha presentato il primo social commerce dedicato al food & beverage, un “LinkedIn” per connettere le aziende  e gli utenti e promuovere buone abitudini alimentari e scelte consapevoli.

Aumentare la durata di conservazione di frutta e di verdura attraverso l’applicazione di rivestimenti protettivi edibili, è la soluzione circolare proposta da Agree Net, la start up che opera nel Packaging ed è stata presentata da Irene Masante, socio fondatore, prima ancora della costituzione ufficiale che avverrà nel mese di dicembre.

 

Federico Smanio, CEO di Wylab, primo incubatore italiano focalizzato sulle startup che sviluppano tecnologie e soluzioni innovative per lo sport, ha chiuso la carrellata di interventi spiegando che l’idea di un incubatore sullo sport è nato dalla passione per il calcio e si è poi estesa alle altre discipline: progetti significativi e risultati raggiunti con le tecnologie che aiutano chi pratica sport. Dai Calzini speciali per i runner, che riducono la vibrazione dell’arto e hanno effetti anche sull’ossigenazione del sangue, alla start up in grado di monitorare il profilo biomeccanico dei calciatori professionisti a Gymnasio: una piattaforma di video e e-learning attraverso contenuti emozionali per avvicinare i giovani al mondo dell’attività fisica.

Rivoluzionare i paradigmi, accendere scintille.. tutto questo è Startupper.

 

“Le aziende che adottano l’approccio “open innovation” utilizzando regolarmente idee, competenze e tecnologie esterne riducono i costi R&D, il time to market, distribuiscono i rischi, identificano nuove opportunità di business – commenta Mauro Danna – da qui le iniziative di Open Innovation che portiamo avanti con lI3P l’Incubatore del Politecnico di Torino. L’interesse da parte delle imprese e l’ampia partecipazione di oggi ci sostengono nel continuare ad investire in questa direzione”.

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button