LANGA DEL BORMIDACortemiliaLANGHEAttualità

Giovanni Papi nominato ambasciatore della Tonda gentile nel mondo

La Confraternita della nocciola Tonda Gentile di Langa di Cortemilia è stata ospite del padiglione del Principato di Monaco all’Expo di Dubai insieme al Comitato Polo Food – Wine. Il vice gran maestro dei paludati cortemiliesi Mattia Martino ha nominato lo chef Giovanni Papi, dell’ Hotel Armani di Dubai, Ambasciatore della Nocciola nel mondo. «Domenica 20 febbraio sono partito per Dubai da Milano Malpensa con la valigia piena di nocciole e i suoi semilavorati – spiega Martino –. Tanti gli appuntamenti: grazie al Polo Foodwine, presieduto da Annalisa Genta, nelle giornate di martedì e mercoledì ci siamo recati al padiglione del Principato di Monaco presso L’Expo 2020 di Dubai, dove si sono condivisi momenti di presentazioni e incontri volti a creare nuovi collegamenti tra il Piemonte e Dubai. Sono state coinvolte diverse aziende del territorio con alcuni delegati di Sisea, Delizie Bakery, Sansilvestro e Costa di Bussia, Pistacchio s.p.a. e Acqua di Cherasco. Tema dell’expo di Dubai era l’ecosostenibilità e quindi il polo Foodwine, che come motto ha “Green supply chain for the food and wine sector”, ha colto l’occasione per esporre a rappresentanti di padiglioni esteri e alle persone intervenute il proprio progetto.

Gli incontri sono stati molto interessanti e produttivi». Il vice Gran Maestro Martino, nella serata di martedì, ha organizzato una cena presso l’Armani Ristorante, location esclusiva, situato all’interno del Burj Khalifa, grattacielo di 829,80 metri e considerato edificio più alto del mondo. Al termine della cena l’executive chef Giovanni Papi, è stato insignito sempre da Martino “Ambasciatore della nocciola Tonda Gentile di Langa a Dubai e nel mondo”. Dice Martino: «Lo chef era molto entusiasta di questo riconoscimento, vorremmo creare una delegazione della Confraternita a Dubai e grazie a questo primo passo crediamo di poterci riuscire. Abbiamo già ricevuto inviti per la realizzazione di cene con protagonista la nocciola». Giovanni Papi, 33 anni, è originario di Bosa, piccolo comune in Sardegna. Frequentata la scuola di cucina, ha lavorato in Costa Smeralda, all’Hotel Juana di Juan le Pins (dove Alain Ducasse alcuni anni prima prese la stella Michelin), a Cannes, a Parigi, in Inghilterra e in Svizzera. Per 4 anni, poi, è rimasto in Lussemburgo scalando le posizioni da commis a demi chef e ancora a capo partita. Partito alla volta dell’Australia, senza conoscere la lingua inglese, ha lavorato sulla Gold Cost di fronte all’Oceano Pacifico. Dopo di che è passato dalla Thailandia all’Indonesia, e ancora in Cina fino ad arrivare all’Armani Hotel di Dubai.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button