Giornata dell’autismo: il 7 aprile un evento al centro Arpino di Bra

0
62
Basta pezzi di puzzle e colore blu a rappresentare l’autismo, basta parlare di “persone affette da autismo”, basta parlare di persone “speciali”! È ora di conoscere l’autismo per quello che è, cioè semplicemente un diverso modo della mente di funzionare, uno dei tanti possibili! Questo il messaggio che vuole lanciare l’associazione ANGSA TORINO ODV Sezione Alba – Bra in occasione del 2 aprile, giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo.

 

Già, perché ancora troppo spesso si parla di autismo senza tenere veramente conto di quello che gli “autistici vorrebbero far sapere agli altri” e così si usano termini e immagini sbagliate che connotano l’autismo come una malattia, come un qualcosa che descrive gli autistici come persone “sbagliate”, diverse dalle altre…..ma diverse da chi? Se siamo tutti diversi?
Il tema della neurodiversitá e delle neurodivergenze sarà infatti al centro dell’evento “Spettro Spettro delle mie brame”, organizzato dall’associazione ANGSA Torino ODV Sezione Alba – Bra, in programma per il giorno 7 aprile 2024 dalle ore 15 al centro Polifunzionale G.Apino di Bra, durante il quale la d.ssa Roberta Luino, esperta in autismo, e la ballerina nonché  attivista autistica Red Fryk-Hey, faranno un momento di sensibilizzazione e regaleranno al pubblico uno spettacolo incentrato sul tema.
Parteciperanno all’evento anche Maria Grazia Ielapi, in arte Grace, già nota sul territorio per la sua scuola di circo, e Renato Priolo, del Parco didattico “le colline di Giuca”, che offriranno ai bambini presenti  rispettivamente Truccabimbi e possibilità di intrattenimento con giochi in legno.
L’evento  avrà inizio alle ore 15 ed alle 16  circa è previsto l’inizio del momento di sensibilizzazione, a seguire una piccola merenda per tutti i presenti.
Anche quest’anno l’amministrazione comunale ,da sempre molto vicina alla tematica e alle esigenze delle famiglie, ha appoggiato l’evento e nel weekend a ridosso del 7 aprile illuminerà di rosso, uno dei colori scelti dalla comunità autistica per auto-rappresentarsi, Palazzo Garrone.
L’evento vuole essere un momento di riflessione e conoscenza dei diversi modi della mente umana di funzionare, con particolare riferimento all’ autismo, affinché le persone possano acquisire sempre maggiore consapevolezza e dare vita a una vera e propria “convivenza delle differenze” (F.Acanfora).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui