BRAAttualità

Gestione rifiuti integrata: anche Bra ha dato via libera

Più potere alla Str ora interlocutore unico del territorio Demaria: un vantaggio

All’unanimità – hanno votato favorevolmente anche tutti i membri della minoranza di centrodestra presente in aula –, l’ultima seduta del Consiglio comunale di Bra ha approvato una revisione della modalità di gestione integrata del servizio rifiuti sul nostro territorio. La massima assemblea civica si è espressa sulla proposta avanzata dal Coabser, il consorzio di settore in Langhe e Roero, a tutti i 56 centri suoi soci. Via libera, quindi, alla nomina di una emanazione dello stesso Coabser, la Str (Società trattamento rifiuti) a gestore unico.  La manovra va a incrementare le attuali funzioni gestionali già in capo alla Str di alcune tipologie di raccolta (vetro, ingombranti, verde) e di alcune tipologie di servizi (discarica di Sommariva Perno, preselettore di Sommariva del Bosco, centri di raccolta consortili, ecosportello, centro del riuso) a tutte quelle del ciclo di raccolta e smaltimento.

Questo con un co­involgimento diretto anche degli appalti inerenti le tipologie d’attività che esulano da quelle “in proprio”: ad esempio le funzioni di raccolta e spazzamento. L’assessore all’Ambiente Daniele Demaria, illustrando il provvedimento ha sostenuto che «i vantaggi per il Comune sono quelli indubbi di avere un unico interlocutore per tutta la filiera rifiuti, per di più pubblico e con Bra secondo socio per importanza, mantenendo inalterato ruolo e grado d’influenza oggi esercitati in ambito consortile per la definizione dei servizi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button