“GeoBra”: minerali, fossili e reperti in mostra

41
Meraviglie naturali. Si potranno ammirare al Movicentro braidese

Terza edizione per “GeoBra”, la mostra mercato di minerali, fossili e reperti naturali in programma a Bra sabato 14 e domenica 15 aprile negli spazi del Movicentro, in piazza Caduti di Nassiriya (a fianco della stazione Fs). Espositori provenienti da Italia, India, Marocco e Russia presenteranno, in un percorso di oltre 150 metri lineari, nuovi ritrovamenti (foto) e campioni “classici” del genere.

Alla mostra – organizzata dall’associazione “Amici dei Musei” col patrocinio di Regione Piemonte e Città di Bra– parteciperanno con minerali, fossili e altri reperti naturalistici anche varie strutture d’eccellenza nel campo della conservazione e divulgazione scientifica, come il Museo regionale di Scienze Naturali di Torino, il Museo civico di Storia Naturale “Craveri” di Bra, l’Ente Parco paleontologico Astigiano, il Laboratorio Fossili dell’Istituto comprensivo Altare e Carcare, l’associazione “Amici del Museo Eusebio” di Alba e il Museo civico di Storia Naturale di Carmagnola.

Tra le meraviglie annunciate, l’ematite a “rosa di ferro” della Valle Varaita, l’epidoto della Valle di Viù, alcuni campioni di ortoclasio dell’Ossola e di adularia della Valle di Susa, un cristallo di gesso “a lama” di oltre 40 centimetri dell’Alessandrino e i piropi di Martiniana Po, esemplari selezionati dal Museo regionale di Scienze Naturali fra gli oltre 17 mila presenti in collezione.

Il pubblico di “GeoBra” potrà anche ammirare alcuni esclusivi “icnofossili” dell’Ente Parco paleontologico Astigiano: tracce di antichissimi organismi. Ingresso gratuito con orario continuato dalle ore 9 alle 19.