“Furbi” con targa estera: a Bra controlli e un sequestro

Prime applicazioni anche a Bra della nuova normativa che vieta alle persone residenti in Italia da oltre 60 giorni di guidare veicoli immatricolati all’estero. Questa mattina (mercoledì 6 febbraio) una pattuglia della Polizia municipale durante i quotidiani controlli del territorio ha intimato l’alt a una Hyundai con targa estera, condotta da un soggetto residente in Italia da oltre 7 anni. Gli agenti hanno quindi posto sotto sequestro il veicolo, contestando la violazione per la quale è obbligatorio il pagamento immediato, pena il fermo amministrativo.

L’automobilista ora dovrà procedere alla re-immatricolazione del mezzo in Italia oppure effettuare le pratiche per la definitiva esportazione all’estero. Se non verrà dato corso a una delle due possibilità, il veicolo dopo 180 giorni verrà definitivamente confiscato.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni.

X