Finto operatore dell’acquedotto deruba in casa un 83enne

I Carabinieri della Stazione di Cortemilia hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti un cittadino di etnia sinti, classe 1981: è accusato di truffa e sostituzione di persona. Vittima un uomo di 83 anni residente nel piccolo paese di Pezzolo Valle Uzzone in alta Langa.

Secondo il racconto appena diffuso dall’Arma, il truffatore si sarebbe spacciato per operatore dell’acquedotto ed era riuscito, così, a entrare in casa casa dell’anziano, con la scusa di dover controllare alcune tubature. Una volta carpita la fiducia del malcapitato, il sinti si sarebbe fatto consegnare tutto l’oro presente nell’abitazione per un valore complessivo di circa 5000 euro.

Le indagini condotte dai militari di Cortemilia, hanno portato a individuare quale autore del reato questo 36enne sinti, disoccupato e pregiudicato.

«Il truffatore – conclude il comunicato dell’Arma – si trova attualmente recluso presso la casa circondariale di Biella ove sta scontando una pena detentiva per il medesimo reato. Al vaglio dei militari altre truffe perpetrate con la stessa modalità nella zona di Canelli (At) e nella Valle Bormida, con la finalità di verificare se questa persona sia anche l’artefice di altri colpi ancora insoluti».    

SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...
SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...