More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Fine settimana con il Raduno degli Alpini del Roero a Govone

    spot_imgspot_img

    GOVONE

    – Sarà festa grande, questo fine settimana, per le “penne nere” della Sinistra Tanaro. Tutto è pronto per l’edizione numero 23 del raduno intersezionale degli Alpini del Roero: manifestazione sempre ricca di motivi di richiamo, sia per quel ruolo insostituibile di servizio al prossimo che è naturale negli Alpini, ma anche per ragioni di memoria per coloro i quali sono “andati avanti”.

    L’evento avrà come fulcro, quest’anno – in attesa del 2025, anno in cui la kermesse dovrebbe essere accolta per la prima volta da Castagnito – la realtà di Govone: celebrando nell’occasione i 75 anni dalla fondazione del Gruppo del paese sabaudo. Come ogni grande momento, non mancherà l’incipit ufficiale: ossia quello dato dal ritrovo presso la Croce Luminosa di Montà sabato 15 giugno alle 14.30. Si tratta di un’area che, promossa a suo tempo dagli alpini della cittadina e valorizzata nel tempo, è rappresentativa di un po’ tutto il Roero: recando infatti i cippi commemorativi di tutti i Caduti e i Dispersi dei Comuni circostanti. Sarà poi celebrata nuovamente l’ultima domenica d’agosto.

    Tant’é: sabato, qui, avverrà l’accensione della “fiaccola alpina”, a cura del Gruppo Sportivo Sezionale capitanato dal podista-alpino Vittorino Rosso. La vera e propria mini-maratona farà sosta in differenti paesi, giungendo infine a Govone intorno alle 18 insieme al simbolico zaino alpino. Ci sarà modo di effettuare l’Alzabandiera, l’istante di rinnovato onore ai Caduti, e il saluto delle autorità. Poi, una giusta “merenda sinoira” all’ombra del Castello. A sera, alle 21, la locale Parrocchia di San Secondo accoglierà in terra govonese i cori “Stella Alpina” di Alba, “La Bisalta” di Govone e “La Sanstefanese” di Santo Stefano Roero.

    Il clou arriverà domenica 16 giugno: con l’ammassamento a partire dalle 8.30 presso il piazzale dei Produttori di Govone, l’iscrizione dei gagliardetti e la colazione. Il corteo partirà intorno alle 9.45, scortato dalla banda musicale di Govone e dalla banda consorella di Vezza d’Alba. Non mancherà un nuovo momento istituzionale, prima della Santa Messa al campo e del rancio alpino conclusivo dell’intensa “due giorni” alpina.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio