“Finanziare la cultura”: continua l’offerta formativa di Confindustria Cuneo per le realtà del settore

0
31

 La Sezione Cultura ed Eventi di Confindustria Cuneo rilancia: dopo il successo riscosso dalla prima edizione, ecco “Finanziare la cultura #2”. Se nel primo ciclo di appuntamenti l’attenzione è stata rivolta alle tecniche ed alla formazione, il secondo step si pone l’obiettivo di analizzare casi concreti, imparando dalle storie di successo e insuccesso nel fundraising per la cultura. Destinatari del nuovo percorso sono tutte le figure che, all’interno di organizzazioni culturali, profit e non profit, enti e comuni, si occupano di reperire fondi per sostenere missioni e progetti culturali.

 

Un percorso che affronterà, in modo pratico e pragmatico, il tema del fundraising culturale, con particolare attenzione al mercato corporate attraverso l’analisi di case history a livello nazionale con un focus su realtà o settori comparabili a quelli dei partecipanti. Il programma prevede sessioni di lavoro individuali e di gruppo, oltre a momenti di restituzione e presentazione delle attività svolte dai partecipanti. Un cammino sviluppato e condotto da tre relatori di eccezione, protagonisti a livello nazionale nei rispettivi ambiti d’azione: Riccardo Tovaglieri e Nicolò Contrino, co-fondatore e formatori di Patrimonio Cultura, e Massimo Coen Cagli, fondatore e direttore scientifico della Scuola di Fundraising di Roma. Le tre tappe prenderanno il via con due sessioni in presenza e si chiuderanno con la lezione in video conferenza, il tutto nelle giornate di giovedì 30 novembre, giovedì 7 dicembre e martedì 19 dicembre.

«C’è grande passione alla base della volontà di continuare il cammino intrapreso – dichiara Giuliana Cirio, direttore Confindustria Cuneo –. La cultura svolge un ruolo fondamentale nella crescita e nello sviluppo della nostra comunità, sostenerla in modo efficace, con progettualità sempre più mirate e professionali, è essenziale per garantirne lo sviluppo. Abbiamo eventi di grande qualità che poggiano su entusiasmo e volontariato: la sfida che abbiamo lanciato è quella di trasformare le associazioni culturali in imprese della cultura».

A lanciare il progetto il presidente della Sezione Cultura ed Eventi di Confindustria Cuneo, Beppe Incarbona, durante il partecipato incontro tra i rappresentanti dell’ampia offerta culturale della Granda. Tra i punti all’ordine del giorno la presentazione delle opportunità di finanziamento attraverso bandi, un ulteriore approfondimento sul tema Art Bonus, la condivisione dell’immersiva giornata di Art Visitors. Il progetto continua il percorso di trasformazione delle associazioni culturali in imprese della cultura. Presentata, inoltre, l’adesione a Federculture, con il saluto di benvenuto del presidente Alberto Bonisoli. Prende forma anche il premio “Io investo in cultura”, in via di sviluppo, pronto all’esordio nel 2024.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui