ALBAEconomia & Lavoro

Fiera del Tartufo 2020 il territorio non si ferma: Il grazie degli operatori turistici

ALBA – La Fiera del Tartufo è l’evento che, negli anni, ha contribuito ad aumentare la notorietà delle Langhe nel mondo, aiutando le nostre colline ad ottenere l’immagine di una destinazione di eccellenza e attraendo migliaia di visitatori che hanno sostenuto l’economia di strutture turistiche e commerciali, dando un fondamentale contributo al benessere del territorio.

Se Alba e le colline di Langhe Monferrato e Roero sono diventate una meta così ambita e il valore di immobili e terreni si è così valorizzato è grazie al costante lavoro svolto, da parte di tutti, per rendere il territorio bello ed accogliente, ma è anche grazie al prestigio dei nostri prodotti di eccellenza, dal Tartufo ai Grandi Vini, che un evento come la Fiera contribuisce a valorizzare, facendo parlare di noi nel mondo.

Nei mesi scorsi, con gli operatori dell’accoglienza e ristorazione, in difficoltà per la gestione di un’epidemia che ha cambiato completamente il nostro panorama turistico, abbiamo sollecitato l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo e il Comune di Alba a realizzare comunque l’evento, in una formula rivista e in linea con tutte le regole di sicurezza previste per il voler tutelare la salute di tutti, con lo spirito di dare un forte segnale di continuità e di normalità e di aiutare le aziende del settore in questo momento particolarmente difficile.

Il lavoro condotto da parte di tutti è stato importante e coraggioso, e la Fiera è partita, purtroppo in un momento in cui le restrizioni sono diventate più stringenti e con la difficoltà di assumere decisioni legate alla sicurezza a ridosso dell’evento che possono aver creato disagi, soprattutto alle attività e ai cittadini, legati al  contingentamento degli ospiti nel centro storico.

Preso atto del problema, si sono subito studiate nuove formule e da questo week-end il centro sarà libero e un nuovo ingresso al Mercato Mondiale del Tartufo da Piazza Falcone consentirà di evitare assembramenti in Via Maestra, contribuendo ad un flusso più leggero e gradevole del centro, in piena sicurezza.

A nome degli operatori turistici ci complimentiamo con gli organizzatori e li ringraziamo per aver avuto il coraggio di programmare un evento così complesso; pensiamo che questo sia il momento della condivisione, anche politica, per non fermare completamente un territorio che ha nella Fiera un fondamentale volano di visibilità internazionale, indispensabile per sopravvivere a questo momento particolarmente complicato.

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
Apri chat