Feste frazionali: nove mesi di proposte nei centri d’Oltretanaro e Oltrestura

0
28

CHERASCO – Primavera, estate, autunno. I festeggiamenti nelle frazioni d’Oltretanaro e Oltrestura sono il leitmotiv che collega la bella stagione alle festività natalizie: un mix di tradizione, folklore, musica e momenti culinari.

 

L’inaugurazione del palinsesto 2024 è in programma sabato 13 aprile, a Roreto, con la Polenta dell’amicizia, una serata conviviale ospitata, come da tradizione, nei locali della bocciofila. Il prosieguo è all’insegna delle note, col concerto inaugurale di “Cherasco classica”, venerdì 14 giugno. Momento culminante degli appuntamenti è la festa patronale di Maria Vergine Assunta, che animerà l’abitato fra venerdì 9 e lunedì 12 agosto, antefatto alle celebrazioni religiose di Ferragosto. Il teatro dialettale ritorna, a riscaldare l’autunno, con quattro appuntamenti a cadenza settimanale, da sabato 5 a sabato 26 ottobre. Il momento conclusivo, martedì 24 dicembre, con la parata dei Babbi natale per le vie del centro.

C’è spazio, nel novero degli appuntamenti, anche l’Oltretanaro. San Bartolomeo accoglierà, domenica 19 maggio, l’evento di presentazione del festival musicale “Cherasco classica”, a cura dell’associazione De musica Clara(scum), antefatto al secondo concerto della rassegna, calendarizzato per la sera di venerdì 28 giugno. Nel proverbiale mezzo, fra venerdì 21 e domenica 23 giugno, largo ai ritmi del Samba fest.

All’inizio della stagione calda è dedicata la Festa di inizio estate, in frazione Cappellazzo, sabato 29 giugno. La frazione d’Oltrestura concede il bis, a fine agosto, con le celebrazioni patronali della Natività di Maria Vergine, fra giovedì 29 e lunedì 2 settembre.

Agosto è il mese clou dei festeggiamenti frazionali: si incomincia da Sant’Antonino, che dedica al proprio patrono una settimana di eventi fra venerdì 26 luglio e venerdì 2 agosto; San Rocco tiene banco, a Veglia, fra venerdì 16 e lunedì 19 agosto; dulcis in fundo Bricco festeggia San Grato con cinque giorni di eventi, fra giovedì 22 e lunedì 26 agosto.

Commenta il sindaco Carlo Davico: «Le feste patronali sono, per ciascuna frazione, momenti di costruzione di un’identità condivisa, un processo di aggregazione che si basa anche sulla trasmissione di tradizioni e folklore, dimensioni mantenute in vita attraverso il grande sforzo organizzativo svolto dalle Proloco»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui