BRAScuola

Festa di apertura anno dell’oratoriano Salesiano a Bra

BRA – Domenica 6 ottobre ai Salesiani di Bra si è vissuto un bel momento di festa in occasione dell’apertura dell’anno oratoriano e catechistico.
La giornata è iniziata al mattino presto, quando una decina di volontari, tra cooperatori e amici dell’opera, si sono trovati per preparare il pranzo.
Alle 10 la comunità si è trovata in chiesa per la celebrazione eucaristica: ragazzi, giovani animatori, catechisti, famiglie hanno preso parte nel canto alla liturgia domenicale. Don Alessandro Borsello, da fine agosto direttore ai Salesiani, commentando le letture bibliche ha sottolineato tre parole che devono accompagnare l’anno: la fede, quell’orizzonte di senso che permette di avvertire la presenza di Dio nel nostro cammino; la responsabilità, che porta a non tirarsi indietro di fronte a quanto viene richiesto, in quanto animatori, catechisti o nell’ordinario dovere quotidiano; l’umiltà, che non misura la bontà dell’impegno sui frutti che si riescono a misurare. Durante la messa don Livio Sola, incaricato dell’oratorio, ha invitato animatori e catechisti a rinnovare l’impegno preso e ha consegnato loro una croce, simbolo della disponibilità nel servizio alla comunità.
Dopo Messa tutti si sono riversati nei cortili per i giochi a stand preparati dagli animatori, mentre gli adulti chiacchieravano in un clima disteso di famiglia.
Più di cento si sono poi fermati per il pranzo preparato dai cooperatori.
“Senso di appartenenza e corresponsabilità”. Sono le parole che hanno riempito il cartellone portato durante la messa da animatori e catechisti: parole che esprimono il senso del cammino che insieme si vuole riprendere per essere tra tutti, ognuno con il suo compito, la presenza di viva di don Bosco oggi tra la gente di Bra.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button