More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Fagioli alla Bud Spencer

    spot_imgspot_img

    Non so bene se in qualche maniera i ventenni di oggi conoscano i film di Bud Spencer e Terence Hill. La mia generazione li ricorda molto bene; credo che il genere era stato etichettato come “spaghetti western” nel senso che ricalcavano i film ambientati nella costa ovest degli Stati Uniti ma con produzione, cast e distribuzione del tutto italiana. Bud Spencer e Terence Hill interpretavano la parte dei buoni e risolvevano le difficoltà in cui si imbattevano con grandi scapaccioni, chitarre, sedie e tavoli spaccati in testa ai cattivi ma senza mai versare una goccia di sangue.

    Ai tempi erano considerate pellicole di serie B ma credo che il tempo le abbia rivalutate, un po’ come i cinepanettoni che solo oggi abbiamo capiamo fossero il vero spaccato dell’Italia degli anni 90. Mentre Boldi e De Sica mangiavano ostriche e champagne Bud Spencer e Terence Hill si nutrivano solo di fagioli cotti in padella e mangiati direttamente con un grande cucchiaio di legno. Ai nipoti di Carlo Pedersoli, questo il vero nome di Bud Spencer è venuta in testa un’idea straordinaria che sta avendo anche un discreto successo commerciale. I fagioli alla “Bud Spencer” sono commercializzati da qualche tempo e venduti in scatolette con la faccia sorridente dell’attore con un cucchiaio rigorosamente di legno in mano. Pare abbiano anche avuto un buon riscontro in una nota fiera culinaria. Provarli per la nostra generazione è un obbligo… altrimenti ci arrabbiamo…. Che poi è una citazione…

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio