ALBAAttualità

Ex studentessa del Liceo Cocito tra i 133 ricercatori d’eccellenza d’Italia

ALBA – Una studentessa ex studentessa del Liceo Scientifico Cocito di Alba, Chiara Celestina Grasso, originaria di Magliano Alfieri, è tre le ricercatrici premiate dalla Fondazione Umberto Veronesi. Il 25 marzo in diretta streaming si è svolta la cerimonia di premiazione che ha assegnato riconoscimenti a 133 eccellenti ricercatrici e ricercatori di università e centri di ricerca italiani, vincitori per il bando “Post-doctoral fellowship”.

Per l’Università di Torino sono stati premiati Lidia Avalle, Chiara Celestina Grasso, Marilena Marraudino, Sergio Occhipinti e Federica Riccardo, che svilupperanno i loro progetti nei laboratori dell’Ateneo torinese. Il progetto di Chiara Celestina Grasso, PhD in Scienze Biomediche e Oncologia Umana presso il Dipartimento di Scienze Mediche mira a identificare e studiare le varianti genetiche responsabili della predisposizione genetica al tumore a cellule germinali del testicolo. Soddisfatta l’ex insegnante del Liceo Scientifico, Marina Orazietti, che sui social ha scritto: «Brava Chiara.

Sono ex allieve come te che mi fanno capire quanto sono fortunata a fare l’insegnante. Sono davvero orgogliosa del suo successo. Spero di poterla portare presto al Liceo per farla conoscere ai ragazzi». La Fondazione Veronesi, nata per promuovere la scienza e proteggere l’esercizio di un diritto umano fondamentale, la libertà di perseguire la conoscenza e il progresso, ma anche favorire lo sviluppo di condizioni di vita migliori per tutti, ha come missione quella di sostenere la ricerca e la divulgazione scientifica finanziando i progetti di ricercatrici e ricercatori italiani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button