CanaleROERO NORDROEROAttualità

Ex Pretura a Canale, si va verso un Centro di medicina generale e pediatrica

Variazione di significativo peso specifico, sul fronte delle opere pubbliche, quella appena varata dalla Giunta di Canale. In attesa della ratifica da parte del Consiglio comunale, nel mese di ottobre l’organo esecutivo comunale ha dato l’ok ad una serie di emendamenti al bilancio triennale di previsione in corso: a partire da gli interventi che riguardano la cosiddetta “Ex Pretura”: già in primavera, in sede consiliare, il sindaco Enrico Faccenda aveva comunicato l’intenzione di ristrutturare lo storico edificio di piazza Italia ed accorpare in un’unica struttura gli studi medici di medicina generale, con la dotazione di un servizio di segreteria unitaria capace di coordinare le prenotazioni delle visite e ridurre le attese dei pazienti. «L’obiettivo risulta, quello di migliorare e potenziare il servizio primario dell’assistenza medica di base, favorendo l’eccellenza dei presidi servizi sanitari locali», aveva spiegato il primo cittadino. Il piano originario prevedeva una spesa di 110mila euro, supportato da una sovvenzione apposita della Fondazione Crc per 30mila euro. Ora, il Comune ha deciso di integrare l’iniziativa con l’ulteriore ristrutturazione e riqualificazione anche del secondo del fabbricato: con l’obiettivo di consentire l’insediamento, nel nuovo centro medico, anche degli studi di medicina pediatrica operanti in Canale. Così viene spiegato dal municipio: «Il progetto complessivo che ne deriva permette così la creazione di un “centro di medicina generale e pediatrica” centralizzato, accorpante tutti i servizi medici comunali attraverso l’istituzione di un “front office” operativo, utile a fronteggiare nel centro storico le richieste dei pazienti di qualunque fascia di età “24 ore su 24”». Questo intento è stato ora “premiato” ancora una volta dalla Fondazione Crc, stavolta con un contributo di altri 100mila euro: oltre ad altri 60mila in via di definizione, per un transfert complessivo di circa 200mila euro da parte dell’ente bancario cuneese pronta ad investire per questo consistente progetto di salute pubblica.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button