ALBAAttualità

Estate al via: torna il Day Camp al “Village Joy of moving” di Alba

ALBA – Anche in questo anno particolare, l’appuntamento estivo di gioco e sport torna a far muovere i bambini, con spazi più ampi e un’organizzazione attenta: la parola d’ordine è divertirsi in sicurezza.

Niente scuola, niente amici, niente giochi all’aperto: le settimane più dure dell’emergenza sanitaria sono state particolarmente lunghe e difficili per i bambini. E nell’incertezza della ripartenza, non sempre i loro bisogni sono stati ascoltati. Quest’estate così particolare non poteva allora che partire, per il Village, proprio dai più piccoli: dal 6 luglio ad Alba torna il Day Camp, che per quattro settimane offrirà a bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni l’occasione di muoversi e giocare in compagnia, tra sport, attività ludiche e laboratori creativi.

Se l’appuntamento è ormai un “classico” dell’estate del Village, questa edizione porta con sé una nuova sfida: offrire ai partecipanti e alle loro famiglie un’esperienza divertente e formativa come sempre, ma anche sicura e rispettosa delle norme legate al nuovo coronavirus. All’attenzione scrupolosa per l’organizzazione e la pianificazione del palinsesto di attività, si è aggiunta la necessità di affrontare le questioni legate alla salute e alla sicurezza dei bambini.

Questo ha portato alla prima, grande novità del Camp 2020: la sede raddoppia, grazie ai campi e alle aree verdi del centro sportivo Ferrero, che ospiterà molte delle attività ludiche e dei laboratori, mentre al Village si svolgeranno le attività sportive che richiedono attrezzature specifiche. Il maggiore spazio a disposizione, che include il Campo da Calcio Pietro Ferrero ed il Bosco della Fondazione Ferrero, assicura infatti la possibilità di svolgere le attività rispettando le distanze e di dedicare aree specifiche a ciascun gruppo. La nuova proposta contempla tutti i principi della metodologia Joy of Moving, anni di esperienza vissuti sviluppando un prodotto estivo a misura di bambino, uniti ai principi guida del distanziamento sociale, fil rouge delle attività sportive, ricreative, ludiche e delle pause pranzo.

I bambini – 40 per ogni turno settimanale, numero che permette una gestione ottimale – verranno infatti divisi in piccole squadre, ognuna con un proprio colore, un educatore di riferimento, spazi e percorsi univoci e ben segnalati: ogni dettaglio è pensato per evitare i contatti fra bambini appartenenti a gruppi diversi, in modo da monitorare al meglio attività e condizioni di ciascuna squadra. Le attività condivise, come calcio, basket, volley e altri sport di squadra, così come i giochi collettivi, sono molto amati dai bambini e da sempre fanno parte del programma del Camp: sono state studiate delle attività ispirate agli sport più amati, che rispettano le caratteristiche base di ogni disciplina, ma che si possono svolgere mantenendo la distanza di sicurezza dagli altri”. E nei momenti di contatto più ravvicinato sarà obbligatorio indossare la mascherina: un gesto che verrà sempre proposto ai bambini come segno di rispetto per sé e per gli altri.

Anche in questo senso, il Day Camp continua a essere una proposta formativa, in cui i bambini crescono e imparano, mentre vivono il piacere di muoversi. Quest’anno il compito educativo è più delicato e complesso che mai, ma irrinunciabile e rappresenta un aiuto concreto alle famiglie, che da mesi gestiscono in totale autonomia i propri figli, e ai bambini, che hanno bisogno di spazi di gioco e socialità anche in questa situazione inedita.

Il Village è una iniziativa legata al territorio e fa parte del progetto Kinder Joy of moving, un progetto internazionale di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero. Il progetto coinvolge oggi più di 4 milioni di bambini, in oltre 34 Paesi del mondo ed è in grado di avvicinare all’attività motoria bambini e famiglie in modo coinvolgente e gioioso, nella convinzione che un’attitudine positiva nei confronti del movimento e dello sport possa rendere i bambini di oggi adulti migliori domani.

Show More

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close
Apri chat