CORONAVIRUSALBAAttualità
In primo piano

Emergenza Coronavirus: sono attualmente 97 i contagiati ad Alba

ALBA – “Il più alto numero di tamponi fatti rispetto al passato permette di individuare e monitorare meglio anche gli asintomatici che rappresentano, ad oggi fortunatamente, la maggior parte dei casi positivi presenti sul territorio comunale – dice il sindaco Carlo Bo -. Teniamo alta l’attenzione, proteggiamoci e proteggiamo gli altri, usando le mascherine, mantenendo la distanza ed evitando gli assembramenti. Non possiamo prevedere l’evoluzione di questa nuova fase, ma ognuno di noi può fare la sua parte per tutelare la salute di tutti e scongiurare nuovi lockdown che metterebbero tanti lavoratori e attività in grave difficoltà”.

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 97, di cui 3 ricoverati. I decessi di persone affette da Covid-19 rimangono 13 mentre i guariti sono 115.

Gli ultimi Dpgr n. 111 e 112 del 20 ottobre 2020 e 114 del 22 ottobre 2020 prevedono: dal 26 ottobre le scuole superiori dovranno adottare, per una quota non inferiore al 50%, la didattica digitale integrata in tutte le classi alternata alla didattica in presenza, con l’esclusione delle classi prime; dal 24 ottobre la chiusura dei centri commerciali il sabato e la domenica (ad esclusione degli esercizi di vendita di generi alimentari, di piante e di fiori, farmacie, parafarmacie, studi medici, locali di ristorazione e tabaccherie), la chiusura notturna dalla mezzanotte alle 5 di tutte le attività commerciali al dettaglio (ad eccezione delle farmacie) e il divieto di vendita di alcolici dopo le 21 in tutte le attività commerciali (anche attraverso apparecchi automatici), escluso il servizio di consumazione al tavolo negli esercizi di ristorazione.

Il Dpcm del 18 ottobre 2020 stabilisce per la ristorazione dalle 5,00 fino alle 24,00 il consumo al tavolo con un massimo di sei persone per tavolo, la consegna a domicilio, la ristorazione con asporto con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze; solo fino alle 18 il consumo in piedi. Per gli esercenti è obbligatorio esporre all’ingresso un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale. Inoltre, l’ordinanza regionale n. 109 del 16 ottobre 2020 impone l’obbligo per i ristoranti di tenere un registro quotidiano delle presenze e dei contatti di tutti i clienti che usufruiscono del servizio al tavolo. Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle 8,00 alle 21,00. Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza.

Sul sito del Comune tutte le Linee guida per le attività commerciali, produttive e ricreative contenute nel Dpcr del 16 ottobre 2020 al seguente link https://www.comune.alba.cn.it/118-emergenza-e-protezione-civile/emergenza-e-protezione-civile/4673-linee-guida-per-le-attivit%C3%A0-economiche,-produttive-e-ricreative-dpgr-16-ottobre-2020

Ricordiamo che il Dpcm del 13 ottobre 2020 prevede sull’intero territorio nazionale mascherine obbligatorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e all’aperto, ad eccezione dei casi in cui sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi. Fortemente raccomandato l’utilizzo dei dispositivi anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi. Esclusi dall’obbligo chi fa attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità.

È possibile contattare il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 telefonando allo 0173/316619 o scrivendo una mail a dipp.alba@aslcn2.it.

Si ribadisce l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:

  1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  3. evitare abbracci e strette di mano;
  4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Apri chat