More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Emergenza carceri a Torino, 40 giorni per trovare una soluzione

    spot_imgspot_img

    Quaranta giorni per cercare le possibili soluzioni a una realtà che appare sempre più delicata. Venerdì la morte di due detenute, Susan John e Azzurra Campari. Sabato – a sorpresa – la visita del ministro della Giustizia Carlo Nordio che ha esplicitamente parlato di “situazione critica”.

    Al tavolo tecnico parteciperanno tutti: Comune, Regione, i garanti dei detenuti Monica Gallo e Bruno Mellano. E ancora i dirigenti dell’amministrazione penitenziaria. A loro è chiesto di formulare proposte per uscire dall’attuale stallo. Qualche spunto è arrivato proprio dal Guardasigilli, che ha auspicato l’utilizzo di caserme dismesse o altri beni demaniali per contrastare il sovraffollamento e per dare atto a una “detenzione differenziata” a seconda dei reati più o meno gravi.

    Nell’immediato il garante Mellano ha proposto di trasferire una cinquantina di detenuti di alta sicurezza e una ventina di collaboratori di giustizia. Saluzzo e Asti le possibili destinazioni. Mentre la garante Gallo ha chiesto un presidio sanitario no stop per scongiurare altri casi di suicidio.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio