More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Egea sorride: positivi i conti di Iren

    spot_imgspot_img

    ALBA – Il “terremoto” che ha coinvolto i vertici di Iren dopo l’allontanamento dell’amministratore delegato Paolo Signorini, coinvolto nelle indagini sulla corruzione in Liguria, non ha avuto ripercussioni sul colosso dell’energia che prosegue il perfezionamento per l’acquisizione di Egea.

    A confermarlo sono i conti dell’ultimo trimestre, che registra un lieve calo dell’utile netto ma una crescita del 4% del margine operativo lordo, migliorando l’indebitamento. I risultati confermano dunque la solidità finanziaria e gestionale del Gruppo Iren, che prevede per il 2024 una crescita del 4% rispetto al 2023. In attesa di trovare un successore dell’Ad Signorini, l’azienda si prepara alla presentazione dell’aggiornamento del piano industriale – che confermerà la presenza di Egea come uno dei pilastri strategici – previsto per il 24 giugno.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio