Educazione alimentare con lo chef stellato all’asilo

114
Di fronte ai bambini. Lo chef Francesco Oberto ha dato lezione alla scuola d'Infanzia
Riceviamo dalla scuola d’Infanzia
tramite il Comune di Cherasco,
e volentieri pubblichiamo.

Il progetto di alimentazione svolto con i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia di Cherasco ha avuto inizio dalla scoperta del proprio corpo e dal percorso che fa il cibo nel nostro organismo.

Sul processo digestivo abbiamo costruito un gioco dell’oca con cui divertirsi a casa con i genitori. Abbiamo scoperto che il nostro corpo ha bisogno di tante cose: pasta, carne, pesce, formaggio, verdure, legumi, frutta,  latte, acqua. Ognuno di questi alimenti contiene delle sostanze indispensabili per la nostra vita. La crescita del nostro corpo dipende da come ci nutriamo. Un’alimentazione sana e adeguata ci aiuta  a vivere bene e a difenderci dalle malattie.

Il lavoro educativo è poi stato quello di creare condizioni per la scoperta degli  alimenti e la costruzione di nuovi piaceri.  Le attività proposte hanno privilegiato l’asse del gioco come esperienza, la dimensione sociale del fare, che ha coinvolto non solo i bambini ma genitori e territorio. Perché giocare insieme, come mangiare insieme, è  una grande occasione per conoscersi e per conoscere, per sentirsi rassicurati e accolti, per pensarsi  come soggetto ricco di idee, emozioni ed esperienze.

Il compito della scuola non è quello di addestrare o ammaestrare i bambini ad una alimentazione sana e corretta, ma di accompagnarli nella conquista di un atteggiamento esistenziale,  necessariamente individuale, che consenta loro di capire, scegliere, di trovare la propria strada e il  proprio benessere a tavola. L’obiettivo principale quindi è di portare i bambini a sedersi a tavola  durante l’ora di mensa insieme ai coetanei e provare piacere e non obbligo ad assaggiare gli  alimenti proposti per avere un bagaglio di sapori e gusti ogni volta sempre più articolati. Così abbiamo cucinato insieme.

Grazie ai genitori, alle nonne che hanno preparato con noi i muffin per la colazione (fatta in casa) e le tagliatelle con la tradizionale ricetta piemontese. Alle nostre fantastiche cuoche della scuola, Elvira Antonella e Agnese sempre pronte a sostenerci in ogni iniziativa. E un grazie speciale allo chef Francesco Oberto e a Francesca che hanno passato un pomeriggio con noi, raccontandoci come nasce un piatto “stellato” bello e buono, fatto solo di verdura di stagione a km 0, donataci dall’azienda agricola “Il Trifoglio” della famiglia Sicca. Un ringraziamento speciale anche a loro. Assaggiare un piatto del genere è stata per i bambini un’esperienza indimenticabile.