BRAAttualitàScuola

Ecco “L’Erbario di Elide” grazie al Liceo di Bra

Riceviamo dal Liceo

“Giolitti – Gandino” di Bra

e volentieri pubblichiamo.

Al Liceo “Giolitti-Gandino” di Bra si è felicemente concluso il progetto didattico “L’Erbario di Elide”. Il percorso è iniziato nel 2017 con le allora classi terza A e terza C del Liceo Scientifico, grazie alla vittoria del bando “Educazione alla Bellezza” della Fondazione Crc. Dopo due anni, i giovani protagonisti, ormai maturandi, sono cresciuti e, con essi, si è evoluto anche il progetto che è stato portato avanti su due binari paralleli. Da una parte è stata svolta una riflessione sulla Bellezza e sulla sua utilità per il benessere dell’individuo che la coglie; dall’altra si è partiti con un impegno attivo per la valorizzazione del patrimonio museale e storico di Bra.

Grazie al sostegno della fondazione cuneese, ma soprattutto grazie ad entusiasmo e fantasia, docenti e studenti del Liceo hanno elaborato e sviluppato un’iniziativa finalizzata a rendere finalmente visibile a tutti l’Erbario Craveri.

Questa raccolta erboristica, messa insieme nella seconda metà dell’Ottocento dal famoso naturalista braidese Federico Craveri, è oggi conservata nell’omonimo Museo di Storia Naturale e, giusto due anni fa, è entrata a far parte dell’Index Herbariorum redatto dal New York Botanical Garden, che riunisce le più grandi collezioni botaniche del mondo. Tuttavia, come spesso accade nei musei scientifici, la delicatezza degli esemplari non permette la loro esposizione permanente al grande pubblico. Per questo, attraverso magnifiche tavole a colori, i ragazzi hanno restituito colore e vitalità a ben 71 specie di piante conservate nell’Erbario Craveri.

Le piante selezionate per il progetto sono tutte rigorosamente officinali e potranno essere ammirate, in apposite gigantografie, nella mostra che verrà inaugurata sabato 11 maggio a palazzo Mathis.

Tutti i disegni sono stati inoltre raccolti in un volume che verrà pubblicato a breve. Quest’ultimo conterrà anche una dettagliata spiegazione delle proprietà botaniche e terapeutiche di ciascuna pianta. I testi sono frutto delle accurate ricerche dei ragazzi, che si sono anche occupati della colorazione di ogni tavola.

Ideato e coordinato dalle insegnanti di Disegno e Storia dell’Arte Rossella Magliano e Liliana Soldano, insieme alla dott.ssa Giulia Siccardi, il progetto è stato portato a termine anche grazie al contributo di altri docenti del Liceo, Emanuele Forzinetti, Giacomo Olivero, Pier Paolo Faccio e dei responsabili del Museo Craveri, Rino Brancato, Franco Rota e Luciana Garombo.

Studenti e docenti sono felici di invitare tutti gli appassionati di arte, botanica e natura, braidesi e non, ma anche tutte le persone semplicemente curiose, a visitare questa mostra così floreale e così fuori dal comune. Una mostra che riesce a declinare il concetto di Bellezza in un modo assolutamente nuovo e che deve la sua riuscita all’impegno dei ragazzi e al sostegno della Fondazione.

Gli allievi

delle classi V A e V C

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com