E’ morto Alfredo Rinaldi, imprenditore dell’olio

È morto Alfredo Rinaldi 98 anni, patron dell’omonimo oleificio Rinaldi che ha sede a Ricca di Diano d’Alba e suo fondatore nell’immediato dopoguerra.

Tipico esempio d’iniziativa imprenditoriale nata dal e nel contesto dei rapporti commerciali d’interscambio tra il sud del Piemonte, costituito dalle Langhe, e la vicina Liguria.
Un tempo, quando non esistevano i supermercati né i surgelati, quando non tutti avevano l’automobile per andare a fare la spesa, c’era chi partiva dalla Liguria per trasportare in Piemonte i prodotti tipici della riviera attraverso la “via del sale”. Questi mercanti tornavano poi alla loro terra di mare carichi dei prodotti tipici del Piemonte come vino e formaggio.

All’iniziale impegno di Alfredo Rinaldi e di sua moglie Corinna si affiancano, sin dai primissimi anni Cinquanta, i fratelli Marino ed Edoardo che contribuiscono, nei successivi anni sessanta e settanta, alla creazione di una rete commerciale, sempre specializzata nella vendita a domicilio, capillarmente diffusa in tutta l’Italia nord occidentale.

I Funerali si terranno mercoledi 24 aprile alle ore 11 nella Parrocchia di S. Rocco Cherasca con trasferimento dalla Sala del Commiato in Corso Cortemilia 17/A ad Alba e sosta nello stabilimento in Ricca d’Alba.

(vedi manifesto di lutto)

X