Droga ad Alba: una denuncia e un arresto


Ancora droga ad Alba. Un arresto e una denuncia per spaccio sono stati da poco segnalati ai giornali da un comunicato dei Carabinieri.

Il denunciato è una “vecchia conoscenza” delle forze dell’ordine, un immigrato dal Mali, 20enne irregolare in Italia, accusato di spaccio di cocaina, estorsione, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Riferisce l’Arma: «Nel tardo pomeriggio i militari dell’Arma avevano localizzato l’uomo, già conosciuto e allontanato dalla città circa 6 mesi fa, pedinandolo e sorprendendolo nel parco Divisione Alpina Cuneense. Il maliano ha cercato prima di scappare opponendo resistenza, ma subito è stato accompagnato presso il Comando Compagnia per gli atti di rito. Nel suo zaino è stato trovata una consolle da gioco Playstation 4, soldi in contanti in banconote da piccolo taglio e un telefono cellulare. Gli accertamenti svolti dai militari hanno consentito di ricostruire lo spaccio di una dose di cocaina avvenuta nel parco dei giardini di via Roma, da parte del fermato nei confronti di un commerciante albese. Quest’ultimo a causa dei debiti che aveva con il pusher africano gli aveva dato in pegno la Playstation in attesa di recuperare la somma in contanti dovuta. Una volta incontratisi per saldare il debito, l’indagato aveva chiesto ulteriori 50 euro per la restituzione della consolle, non consegnati però dalla vittima. Per il ragazzo gambiano è scattata quindi la denuncia. La consolle è stata invece riconsegnata al legittimo proprietario».

L’arresto, invece, riguarda una persona residente a Bra. Dovrà rispondere al giudice di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Scrivono i carabinieri: «L’attività era iniziata grazie alle risultanze dei numerosi servizi svolti dai militari, finalizzati al contrasto del fenomeno dell’uso e dello spaccio di droghe leggere nel centro storico di Alba. Il minimo comune denominatore dei riscontri investigativi conseguenti i sequestri di stupefacente eseguiti nelle ultime settimane, ha condotto ad un cittadino italiano di 26 anni, gestore di un Canapa Shop nel centro di Bra. Nel pomeriggio di sabato quest’ultimo è stato fermato con la collaborazione dei carabinieri braidesi, durante un posto di controllo e nel corso della perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di un grammo di hashish e di tre grammi di marijuana. La perquisizione è stata poi estesa alla sua abitazione dove sono stati trovati  ulteriori 250 grammi di hashish, 130 grammi di marijuana, due piante di canapa, soldi in contanti in banconote di piccolo taglio e altro materiale per il confezionamento delle dosi». Tutti gli stupefacenti sono stati sequestrati.

X