Domenica giornata con gli alpini a Castagnito

castagnito alpini@ilcorriere.net

CASTAGNITO – Tutto è pronto a Castagnito per il primo grande evento dell’annata: ci riferiamo alla festa sociale degli Alpini organizzata dal gruppo delle “penne nere” guidato da Beppe Giorello. Una realtà che poggia sui temi della memoria, della partecipazione attiva e della solidarietà. Proprio dodici mesi fa, in questo frangente partì la campagna di raccolta fondi per le popolazioni alluvionate della Liguria. Un’iniziativa che consentì al sodalizio di adottare di fatto la scuola genovese di S. Fruttuoso, con tanto di visita ufficiale del direttivo accompagnato dal sindaco-alpino Felice Pietro Isnardi. La celebrazione 2016 avrà luogo domenica 31 gennaio con ritrovo fissato alle ore 10.30 nel capoluogo, piazza Garibaldi di fronte al palazzo comunale. Da lì ci si sposterà alla parrocchia di S. Giovanni Battista, dove è prevista una messa di suffragio per tutti i soci defunti. Una celebrazione che sarà resa ancora più solenne dalla partecipazione del coro alpino “Penna Nera” guidato dal maestro Armando Massucco. La giornata proseguirà nella frazione di San Giuseppe per la recita della “Preghiera dell’alpino” ai piedi del cippo memoriale di piazza Martiri della Libertà. Infine, alle 12.30, avrà luogo il pranzo al Circolo Acli: in tale occasione verrà anche presentato il libro “Piccole grandi storie di paese”, dello stesso Armando Massucco. «Un racconto di eventi significativi – dice Giorello – in cui persone e fatti sono protagonisti di storie piccole, ma grandi per i valori che rappresentano». Una bella intuizione, utile a offrire nuovi contenuti all’importante manifestazione. Per le adesioni al pranzo ci si può rivolgere allo stesso presidente (tel. 333/98.90.638) o ai soci Piero Mina (340/56.62.066) o Paolo Sandri (338/30.88.573).