ALBAEventi

Domani sabato 9 luglio la prima di Collisioni ad Alba con Blanco e gIANMARIA

Al via ad Alba la quattordicesima edizione del festival Collisioni, attesa da decine di migliaia di spettatori che arriveranno in Piemonte da tutta Italia. La prima data di sabato 9 Luglio vedrà salire sul palco del Festival gli artisti Blanco, con l’opening di gIANMARIA. Novità di quest’anno è la grande arena di Piazza Medford ad Alba che consentirà di ospitare un numero praticamente doppio di spettatori rispetto ai concerti di Barolo.

L’organizzazione consiglia inoltre a tutti coloro che sono sprovvisti del titolo di accesso di non recarsi ad Alba, poichè la data è sold out e non verranno messi a disposizione ulteriori biglietti.

I cancelli dell’Arena apriranno per entrambe le giornate alle ore 18.00, ma per esigenze di ordine pubblico l’apertura potrà essere anticipata. Si suggerisce quindi al pubblico di raggiungere Alba a partire dal mattino, per trovare comodamente posto in città evitando ingorghi e conoscere il bellissimo centro storico, vivendo la giornata in totale relax e sicurezza.

Restano invece disponibili su ticketone.it e sugli altri circuiti autorizzati, alcuni biglietti per la grande giornata giovani Tutto Normale di sabato 16 luglio, organizzata in collaborazione con Banca D’Alba  e con apertura cancelli a partire dalle ore 17, per una grande maratona di 5 ore di musica non stop con i concerti di Madame, Tananai, sangiovanni, Frah Quintale e Coez  dalle ore 20.00 fino all’1,00. Cinque concerti con un solo biglietto al prezzo popolare di 30 euro più prevendita. Ancora disponibili anche i biglietti per lo spettacolo di Lundini e i Vazzanikki di domenica 17 luglio.

Quella del 2022 sarà un’edizione interamente dedicata ai giovani, la categoria che più ha sofferto negli ultimi due anni la chiusura di concerti, attività sportive e scolastiche imposta dall’emergenza.

Un’edizione che Collisioni intende dedicare insieme al Comune di Alba, a Fondazione CRC e ai suoi numerosi partner proprio ai ragazzi e alle ragazze del territorio che hanno dimostrato senso di responsabilità per quasi due anni, rinunciando alle esperienze di una normale adolescenza. E che finalmente quest’estate potranno tornare a far festa, in piedi in migliaia, a cantare sotto al palco di una normale edizione di Collisioni, come nel 2019. Con l’organizzazione di laboratori specifici a loro dedicati, grazie ai quali centinaia di giovani potranno vivere il festival in prima persona, collaborando alle riprese video, foto e alle interviste al pubblico di ragazzi e ragazze che arriverà ad Alba da ogni angolo del Bel paese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com