DoglianiLANGHELANGA DI DOGLIANIDal Comune

Dogliani: Rifiuti, la Tari prevista in crescita

Potrebbero risentirne le famiglie numerose Frazioni con porta a porta

L’ultimo Consiglio comunale di Dogliani ha portato all’approvazione delle Tariffe della Tari, la Tassa sui rifiuti e del conseguente Pef (Piano economico finanziario. Quest’ultimo è stato comunicato al Comune dal consorzio Acem e alla luce dei dati risulta una Tari in crescita. Il regionier Osvaldo Boggione durante la seduta ha affermato: “Nel periodo del Covid le agevolazioni hanno calmierato l’aumento delle tariffe mentre ora ci si ritrova un nuovo Pef che secondo le disposizioni Arera quest’anno sposta circa euro 60.000 dalla parte fissa alla parte variabile modificando in modo sostanziale la costruzione del Pef”. È intervenuto anche il capogruppo di minoranza Modesto Stralla che ha osservato come così le famiglie più numerose, per il fatto di produrre più rifiuti finiscono per pagare di più, dovrebbero essere invece agevolate. Il sindaco Ugo Arnulfo ha risposto: “E’ giusto che il rifiuto lo paghi chi produce di più , poi, però lo Stato dovrebbe dare incentivi alle famiglie più numerose”. In più nella stessa seduta è stata approvata una modifica al regolamento per la raccolta porta a porta. “Il territorio comunale è suddiviso in due zone (zona uno e zona due) adeguatamente perimetrate ove viene effettuata la raccolta porta a porta. Si intendono quindi servite tutte le zone del territorio comunale incluse nell’ambito dei limiti delle due zone perimetrate… Per quanto riguarda la zona due, in considerazione della criticità nei conferimenti da parte dei cittadini, il tributo viene calcolato per tutte utenze all’80% rispetto alla tariffa calcolata per la zona uno. La pratica del compostaggio domestico, viene effettuata obbligatoriamente nella zona due, mentre è facoltativa nella zona uno”. In sostanza i cittadini dell’area due hanno una riduzione sulla tassa rifiuti del 20% per la raccolta differenziata oltre quella del 20% per il compostaggio. Stralla è intervenuto osservando che il porta a porta non comporta per forza meno inquinamento, visto che i mezzi di raccolta viaggiano di più. Il sindaco Arnulfo ha risposto che sull’inquinamento va fatta una valutazione a parte. Entrambe le delibere sono state approvate a maggioranza con l’astensione dei consiglieri di minoranza e di Claudio Raviola di maggioranza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com