dal PiemonteAttualità

Disordini a Torino, Marello: la mia solidarietà verso chi è sceso in piazza pacificamente

I gestori di palestre, piscine, ristoranti, bar, così come i “lavoratori della cultura” vanno sostenuti al più presto

A Torino, così come a Napoli, Milano, Roma, Palermo, Venezia, Cagliari (in totale in 17
città), si sono svolte e si stanno svolgendo proteste di piazza a seguito dell’entrata in
vigore del nuovo Dpcm che impone la chiusura di palestre, piscine, centri benessere e
la chiusura alle 18 di ristoranti e bar.
«Esprimo la mia solidarietà verso chi è sceso in piazza pacificamente, condividendo
problemi e difficoltà», ha dichiarato in merito il Consigliere regionale Maurizio
Marello, «I gestori di palestre, piscine, ristoranti, bar, così come i “lavoratori della
cultura”, stanno affrontando importanti sacrifici.  Credo che sia indispensabile agire al
più presto per sostenerli e tutelare gestori e dipendenti. Le manifestazioni di protesta
contro il nuovo Dpcm organizzate ieri a Torino, sono tuttavia sfociate in atti di
vandalismo. A farne le spese non solo i cittadini onesti, ma anche i commercianti, già
duramente colpiti: questi atti violenti sono da condannare».

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Apri chat