ALBAScuola

Diplomato al Cillario con Apprendistato alla Sebaste

Da poco, in tutte le scuole superiori si sono conclusi gli esami di maturità. All’Istituto Cillario Ferrero di Alba, Neive e Cortemilia, alcuni studenti dell’ultimo anno,  hanno scelto, però, una modalità formativa alternativa rispetto alla sola partecipazione alle lezioni.

Sono, infatti, ben otto gli alunni che hanno preferito frequentare il quinto anno aderendo all’Apprendistato per il Conseguimento del Diploma, un progetto formativo patrocinato dalla Regione Piemonte.

In pratica, lo studente in procinto di frequentare gli ultimi due anni di scuola superiore, previo accordo siglato con la scuola, viene assunto, da un’azienda, in contratto di apprendistato, acquisendo così un compenso ed una formazione sul campo.

Continuerà, grazie ad un’opportuna e preordinata distribuzione delle ore giornaliere, la propria formazione, sia a scuola che in azienda, giungendo all’Esame di Stato, con ottimo bagaglio, oltre che teorico, anche pratico.

Un esempio tra i tanti potrebbe essere quello dello studente Federico Speziale della classe Quinta, corso serale,  Servizi Commerciali e Turistici  che ha svolto il suo Apprendistato presso gli Uffici commerciali dell’azienda “Golosità dal 1885 s.r.l.” facente parte del Gruppo Sebaste.

è con lui che abbiamo voluto fare alcune riflessioni sull’esperienza.

Quali sono state le difficoltà che hai incontrato nel tuo percorso di apprendistato?

Le maggiori difficoltà fanno senz’altro riferimento al periodo di alta stagione dell’attività dell’azienda in cui ho dovuto impegnarmi molto nel lavoro. Tra l’altro, questo momento, coincideva con il mio periodo di primo ingresso negli uffici e tutto era nuovo per me. Nel periodo successivo, pur continuando a lavorare, ho potuto dedicarmi maggiormente allo studio,   con tutta la necessaria serenità.

Questa diversa scansione degli impegni era, comunque, stata concordata tra scuola ed azienda secondo standard progettuali ben precisi e collaudati stabiliti con apposite direttive dalla Regione Piemonte circa il cosiddetto Apprendistato Duale.

Qual è il valore aggiunto di tale esperienza?

Consiste sicuramente nell’aver avuto la possibilità di conseguire una preparazione non solo teorica ma anche pratica. Inoltre, devo dire che, in azienda, sono stato molto seguito dalla mia tutor aziendale Mara Cavallero. Ho, così, imparato ad utilizzare i corretti approcci comunicativi, soprattutto nei confronti della clientela. Ho compreso quali siano le concrete problematiche di marketing di un’azienda e le difficoltà di muoversi in un mercato estero sempre in evoluzione.

Ho capito – aspetto fondamentale – che è molto importante saper lavorare in gruppo.

Sono certo che questi insegnamenti pratici costituiscano, un ottimo bagaglio di competenze spendibile a livello di curriculum  lavorativo.

Ti sentiresti di consigliare questa tua esperienza agli alunni degli ultimi anni delle scuola superiori?

Mi sento, soggettivamente, di consigliare questa esperienza, per l’arricchimento che ha generato anche se devo dire che non è stato facile conciliare  lavoro e studio… occorre sicuramente molto impegno.

Quali sono le prospettive per il futuro?

Dal settembre prossimo l’azienda mi ha offerto di continuare il rapporto a tempo determinato, e per il futuro sto valutando anche l’Università nel campo delle Lingue o dell’Economia.

A questo punto non ci resta che augurare a Federico un in “bocca al lupo” per il suo avvenire. Ah…, stavamo quasi per dimenticarci di riferire che Federico si è diplomato con il voto finale di 99/100.

Show More

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close
Apri chat