More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    ‘Dedalus Restart’: Interesse e coinvolgimento per il rilancio delle giornate braidesi sul design

    spot_imgspot_img

    BRA – Venerdì 15 settembre si è tenuta la conferenza stampa congiunta per la candidatura di “Alba Bra Langhe e Roero Capitale della Cultura 2026” e per l’inaugurazione dell’evento “DEDALUS RESTART”.

     

    Dopo il saluto del sindaco Gianni Fogliato e di Silvio Barbero vice presidente UNISG, Mauro Carbone, direttore del Comitato ABLR2026 insieme all’architetto Matteo Gatto, “progettista” della candidatura, hanno illustrato al pubblico obbiettivi e visione dell’ ambizioso progetto culturale che si profila come una straordinaria opportunità a supporto del territorio tutto, data la caratura dell’impegno che coinvolge ben ottantotto comuni, particolare che rende unico per diffusione il progetto e la sua eventuale realizzazione.

    A seguire l’Associazione Piero Fraire ha illustrato ai presenti il progetto “DEDALUS RESTART”, con una tavola rotonda che ha visto protagonisti Ettore Bandieri AD di Abet Laminati, Matteo Ragni e Giulio Iacchetti design curator per Abet Laminati, Axel Iberti direttore operativo di Memphis e Marcella Brizio Pacotto vicepresidente della Fondazione DIG421, punta di diamante del mondo TESISQUARE.

    Proprio Abet Laminati, Memphis e TESISQUARE, insieme all’Associazione Culturale Piero Fraire e al Comune di Bra sono i protagonisti dell’azione di rinascita e rilancio di DEDALUS, storica manifestazione braidese dedicata al mondo del design, appuntamento caro ai braidesi che ha mosso i primi passi verso un agognato ritorno tra gli eventi culturali di spicco nel panorama locale e nazionale.

    Intervallata dalle letture di brani di Arpino, Pavese e Fenoglio ad opera degli attori Paolo Giangrasso, Valentina Virando e Paolo Tibaldi, la conferenza stampa si è poi conclusa con l’inaugurazione dello Spazio “Restart” che ha visto il cortile di Palazzo Mathis trasformarsi grazie ai decori di Abet, agli arredi di Memphis e alle visual prodotte da TESISQUARE e realizzate da Paolo Arlenghi.

    I visitatori, accompagnati dalla selezione musicale dei dj Bruno Bolla e Andrea Passenger, hanno potuto vivere una esperienza immersiva e rilassante in un luogo sospeso tra storia e tendenze, un assaggio di quanto DEDALUS è stato e tornerà ad essere nelle sue future edizioni.

    Numeroso il pubblico, tanti i nomi di spicco del mondo delle istituzioni, della cultura e dell’economia intervenuti, segno che intorno al mondo culturale piemontese si stanno muovendo nuove e inedite energie per la creazione di eventi che sappiano creare fermento e interesse tanto per il crescente flusso turistico quanto per la popolazione locale.

    L’evento è stato patrocinato da Regione Piemonte, Confindustria Cuneo, FondazIone CRC, ASCOM Bra, Langhe Monferrato Roero the Home of buonvivere. Un ringraziamento particolare va all’Arch. Roberta Comoglio curatrice dell’allestimento, al graphic designer Daniele Cigna, ai fotografi Francesca Marengo e Eugenio Pini, alla Ditta BS, l’Artistica Savigliano, 3edge Minini.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio