dal PiemonteScuola

Dalla Regione 12 milioni per ampliare gli orari degli asili nido in Piemonte

La Regione Piemonte lancia una misura straordinaria a favore delle famiglie e in particolare delle donne: con 12 milioni di euro tra Fondo sociale europeo e risorse proprie sosterrà i servizi per l’infanzia da 0 a 3 anni a titolarità comunale.

L’obiettivo è ampliare dall’anno 2021-22 gli orari di queste strutture, che potranno garantire così una maggiore flessibilità in relazione alla variabilità delle condizioni lavorative e degli stili di vita attuali.

“La famiglia – ha evidenziato il presidente Alberto Cirio presentando l’iniziativa con l’assessore al Lavoro e all’Istruzione Elena Chiorino – è fondamentale nella società. Uno strumento come questo è ciò che fa sì che una famiglia decida di fare un figlio. Crediamo di essere in scia con il giusto auspicio di Papa Francesco e del presidente del Consiglio Draghi varando una misura che punta a favorire il più possibile la genitorialità. Vogliamo fare in modo che una famiglia dopo avere fatto un figlio non sia lasciata sola, ma possa avere l’aiuto delle istituzioni. Intendiamo così dare una risposta concreta alle famiglie piegate dalla crisi legata al Covid, risposta particolarmente importante perché riguarda bambini che non si possono lasciare a casa neppure con un fratellino più grande”.

“Abbiamo predisposto – ha proseguito Chiorino – una misura strutturale con un piano di potenziamento che prevede la riduzione delle tariffe e il prolungamento degli orari degli asili nido, perché le donne non debbano più rinunciare al proprio lavoro in quanto buona parte dello stipendio finisce nel nido. Oltre ad aiutare le famiglie a lavorare e invertire quella curva della denatalità che preoccupa tutta l’Italia, e il Piemonte purtroppo non è da meno, prolungando gli orari degli asili nido incrementiamo l’occupazione femminile, perché evidentemente sarà necessario maggior personale e di conseguenza soprattutto educatrici, quindi parliamo nuovamente di donne. Vogliamo anche dare un supporto concreto ai sindaci per mantenere i servizi sui territori, evitandone così la desertificazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com