LANGA DEL BAROLOLANGHEVerdunoCultura e Spettacoli
In primo piano

Dacia Maraini premiata a Verduno con il Premio Fulvia 2021

Dopo la premiazione di Aldo Cazzullo e Fabrizio Roncone nella prima edizione del 2019, e quella di Antonio Scurati, nel 2020, quest’anno il “Premio Fulvia” – dedicato al ricordo dello scrittore Beppe Fenoglio e ispirato alla protagonista del  suo romanzo “Una questione privata”  – è stato assegnato a Dacia Maraini. Il premio – selezione di bottiglie di Barolo di Verduno e Verduno- Pelaverga – è stato consegnato alla scrittrice siciliana nel corso della cerimonia che si è svolta domenica 5 settembre, nella “Corte Nuto Revelli  del Palazzo Comunale di Verduno.

Nel corso dell’intervista che ha preceduto la consegna del premio, Aldo Cazzullo ha coinvolto “la più grande scrittrice italiana” nei temi più importanti dell’attualità, della biografia personale, dell’analisi dell’evoluzione della condizione femminile e – in particolare – del rapporto con l’amica Piera Degli Esposti, da poco scomparsa, di cui Dacia Maraini ha tracciato un ricordo particolarmente vivo.

Si è così parlato del valore aggiunto rappresentato dalle diversità, della straordinaria unicità espressa da un territorio che ospita “irregolari” che proprio dalla mancanza di omologazione hanno tratto lo slancio e la forza per diventare unici al mondo: come il tartufo, il Barolo, il paesaggio Unesco, Beppe Fenoglio, Cesare Pavese, Pinot Gallizio e… la Nutella.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button