ALBAAttualità

Da Alba, no alla violenza sulle donne:una settimana di tavole rotonde, proiezioni e performance artistiche

Un fragoroso “domino” di 112 cassetti ricorderà i 112 femminicidi avvenuti nel 2020

ALBA – Tavole rotonde, spettacoli e torri cittadine illuminate di rosso, il colore scelto dalle Nazioni Unite per celebrare nel mondo la Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne. Così la città darà il suo contributo alla sensibilizzazione nei confronti di questa importante causa. Ricchissimo il calendario degli appuntamenti previsti.

Dal 25 novembre l’associazione “Mai più sole” distribuirà ai negozi della città le tovagliette con il Fiocco bianco, che riassume l’impegno che gli uomini hanno deciso di dire no alla violenza sulle donne. Ma il 25 novembre è in programma anche un’altra curiosa rappresentazione. Alle 16, in piazza Pertinace, andrà in scena la performance “2020:112 puntidivista”, a cura di Ottica Sipario e Artistalocale. Un domino di 112 cassetti – uno per ogni vittima di femminicidio avvenuto nel 2020 – che cadranno in un fragoroso boato. Venerdì 26, alle 8.30, al cinema Moretta, verrà proiettato il film tratto dai racconti di Dacia Maraini.

E’ la storia di cinque donne, accomunate dall’esperienza di un amore violento. La Consulta Pari Opportunità ha invece realizzato un’i­niziativa rivolta agli studenti delle superiori per approfondire il tema della violenza di genere in un confronto con l’on. Lucia Annibali, donna vittima di violenza. Si tratta del progetto “L’a­more non colpisce in faccia mai” che ha portato alla realizzazione di un video per trasmettere ai ragazzi un messaggio di rifiuto nei confronti di tutte le forme di violenza contro le donne. La proiezione avrà luogo il 25 novembre, alle 8,30, al Teatro. Il video sarà poi donato a tutti gli Istituti superiori della città. Da segnalare, infine, dal 22 al 28 novembre, le vetrine di Ottica Sipario saranno allestite da Chiara Bagnasco e Loredana Tobia, tra decorazione e temi di forte impatto sociale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button