ALBAAttualità

Da Alba a Bruxelles passando per Palazzo Lascaris

Olindo Cervella, Maurizio Marello, Sergio Chiamparino e Ivana Borsotto, candidata alle elezioni europee, hanno invitato in piazza Risorgimento i candidati e gli elettori per un saluto e un momento di festa in vista dello sprint finale che, questa settimana, vedrà impegnati tutte le forze politiche in vista delle amministrative, delle regionali e delle elezioni europee. Per uno scambio di auguri è salita sul palco anche Mercedes Bresso, mentre Sergio Chiamparino e Louis Cabases, candidato albese alle regionali con i “Verdi, Liberi e Uguali”, si sono salutati con una calorosa stretta di mano. Gli interventi politici hanno inteso sottolineare le differenze esistenti tra le coalizioni del Centrodestra e del Centrosinistra sul piano dei valori, del percorso storico, dell’idea stessa di un’Europa – ha sottolineato Ivana Borsotto – «che è giunta al bivio dove si confrontano i sovranisti “pro Orban”, i tifosi del “piccolo è bello” e coloro che guardano agli Stati Uniti d’Europa come soluzione politica per le criticità che il vecchio continente sta attraversando». In chiave locale Olindo Cervella ha ricordato al pubblico e ai 90 candidati il suo ruolo di “amministratore” ancora prima di politico e l’impegno ad essere un sindaco pragmatico e concreto. Molti applausi per Sergio Chiamparino che ha ribadito le radici di Alba ben salde nel ricordo dei 23 giorni di libera repubblica antifascista. Il Governatore uscente ha chiuso il suo intervento parlando dell’ospedale di Verduno e del nodo insoluto dell’Asti Cuneo. «Se davvero ad agosto partiranno i lavori del lotto 2.6 – ha chiuso il “Chiampa” occhieggiando un notissimo tre stelle Michelin affacciato sulla piazza – sono pronto ad offrire una cena al ministro Toninelli»

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com