Cuneo e le città dell’Enogastronomia, convegno a favore delle eccellenze locali

82

Una delle ricchezze e delle peculiarità della Granda è la sua enogastronomia, spesso al centro di dibattiti e convegni. Ed è proprio questo il tema dell’ultimo convegno che il territorio ospita e che si intitola “Cuneo e le città dell’Enogastronomia”. Le filiere produttive di eccellenza nel settore dell’enogastronomia sono un asset strategico per lo sviluppo del turismo e la valorizzazione di quei luoghi che necessitano anche di contrastare lo spopolamento delle zone periferiche. Questo il tema del convegno che rientra nella sesta tappa del Road Show Città Medie, organizzato dall’Anci (associazione nazionale comuni italiani) con la collaborazione di Anci Piemonte e il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui).

L’appuntamento piemontese, che si svolgerà il 15 e 16 novembre a Cuneo, presso il Salone d’Onore del Comune, viene proposto dopo gli scorsi convegni ad Arezzo, Sassari, Cosenza, Bergamo e Pavia sui temi rispettivamente della manifattura di qualità, della sostenibilità ambientale, il recupero del patrimonio immobiliare, l’innovazione digitale e l’università. La prima giornata dell’incontro vedrà la partecipazione, tra gli altri, del segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra, del sindaco di Cuneo Federico Borgna e di Alberto Avetta, sindaco di Cossano Canavese e presidente Anci Piemonte.

I lavori della seconda giornata saranno aperti dall’intervento di Nicola Sanna, sindaco di Sassari e coordinatore Città medie Anci. A seguire, una tavola rotonda con la partecipazione delle città di Arezzo, Asti, Campobasso, Cuneo, Foggia, Lecce, Novara, Pavia, Perugia, Reggio Emilia e Sassari. A conclusione del confronto previsti gli interventi di Massimo Castelli, sindaco di Cerignale e coordinatore dei Piccoli Comuni Anci, Rosario D’Acunto, presidente dell’Associazione Città della Nocciola  e di Francesca Blanc, Cattedra Città Intermedie dell’Unesco.