More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Cuneese vince mondiale di sci con un rene della moglie

    spot_imgspot_img

    A cinque mesi dall’uscita dalla sala operatoria per l’impianto di un rene donatogli dalla moglie, ha vinto l’oro ai Mondiali di sci dei trapiantati, a Bormio in Lombardia. E’ l’impresa riuscita a Paolo Manera (foto), 49 anni, ingegnere edile della provincia di Cuneo con un passato da sportivo agonista, poi costretto a fermarsi per una malattia renale. Quando è entrato in dialisi la lista d’attesa per il trapianto non era breve, nonostante l’attività a Torino sia ai massimi storici, come testimonia il dato, diffuso recentemente, di 229 operazioni e­seguite nel solo 2023.

    [themoneytizer id=”108113-2″]

     

    La moglie dell’ingegnere ha deciso allora di offrire un suo organo. Dopo un attento periodo di analisi ed esami ripetuti su ricevente e donatrice, gli specialisti hanno dato l’ok all­’intervento nonostante la differenza di gruppo sanguigno. La coppia è stata ricoverata nell’unità semintensiva Nefrologia Dialisi e Trapianti delle Molinette, diretta dal prof. Luigi Biancone. L’operazione è stata fatta dalle équipes di chirurghi vascolari e urologi dello stesso ospedale torinese, guidate dal dott. Aldo Verri e dal prof. Paolo Gontero. Non solo il trapianto è risultato perfettamente riuscito, ma dopo soli 5 mesi il paziente ha partecipato ai Mondiali dedicati di Bormio, vincendo la medaglia più ambita nello slalom gigante. Manera ha superato tra gli altri atleti austriaci e croati molto competitivi. «La potenza del trapianto renale, soprattutto quando avviene da donatore vivente, continua a sorprenderci – dice il prof. Biancone –. In breve tempo può cancellare anni di malattia e sofferenza, come dimostra chiaramente questo caso. Tutto ciò è reso possibile dalla generosità dei donatori, grazie ai quali si possono salvare numerose vite».

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio