Crisi Siecab: lasciati a casa altri 16 dipendenti “in affitto”

Degli 82 posti “in affitto”, 16 sono andati perduti con l’inizio di aprile in Siecab, la ditta di progettazione e realizzazione impianti industriali dichiarata fallita lo scorso novembre. Si tratta di lavoratori già passati alle dipendenze della Eurotec Scarl di Savigliano, subentrata in una gestione a tempo del reparto automazione. A corto di commesse, Eurotec ha restituito l’affitto a Siecab e quindi al curatore fallimentare, il torinese Enrico Stasi. I sindacati temono altre evoluzioni negative nel “ramo” service locato alla svedese Pan Link, se non procederà a una stabilizzazione della sua presenza nei capannoni di via Rolfo dove per lei lavorano 34 persone.