dal PiemonteCRONACA

Crisi internazionale in Ucraina: Cirio, quest’assurdità va fermata subito

TORINO – “Per la prima volta dopo due anni dalla sofferenza a cui la pandemia ci ha sottoposto speravamo fosse tempo di ritrovare la pace. Ma la pace non fa parte delle immagini che stiamo vedendo, delle parole che stiamo ascoltando.

Bambini che camminano soli per strade fantasma. Bambini rannicchiati per terra nei tunnel di una metropolitana diventata l’unico bunker per proteggersi da una bomba. Bambini che stringono forte la mano dei propri genitori con il gruppo sanguigno scritto sulla manica della maglietta che indossano. Da stamattina all’alba questo pensiero mi tormenta. Perché quei bambini potrebbero essere i miei bambini. E non bastano i 49 anni che ho sulle spalle per trovare le parole con cui spiegare a Carolina ed Emanuele il perché di questa guerra. Che è una follia. Per la prima volta dopo due anni dalla sofferenza a cui la pandemia ci ha sottoposto speravamo fosse tempo di ritrovare la pace. Ma la pace non fa parte delle immagini che stiamo vedendo, delle parole che stiamo ascoltando. E se veramente l’Europa ha il senso e il valore che noi crediamo fermamente lei abbia, ora più che mai è il momento di dimostrarlo. Perché questa assurdità va fermata subito. E io spero con ogni forza che uniti si possa trovare una via che fermi la violenza. Lo spero come padre. Lo spero come presidente di una Regione che farà tutto ciò che è nelle sue possibilità per aiutare chi in questo orrore rischia di perdere tutto.

Lo ha scritto in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio,

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button